Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
24 giu 2022

Ex fungaia, parte il progetto di recupero

Rinascita in chiave "biologica" grazie all’intesa tra Comune e Aboca. Il sindaco Innocenti: "Area bonificata, così il futuro"

24 giu 2022
sansepolcro
Cronaca
Un momento della presentazione del progetto
Un momento della presentazione del progetto
Un momento della presentazione del progetto
Un momento della presentazione del progetto
Un momento della presentazione del progetto
Un momento della presentazione del progetto

di Claudio Roselli

Primo passo compiuto, a Sansepolcro, verso la rinascita in chiave "biologica" della ex fungaia di Gricignano, un tempo sede di un’azienda di produzione di champignon fra le più importanti d’Italia, che ha dato lavoro a diverse persone del posto. Poi la cessazione dell’attività e il progressivo stato di degrado della zona, peraltro messa sotto sequestro a fine 2016 dall’allora Corpo Forestale dello Stato. Ma sulle ceneri di un’attività produttiva ne nascerà un’altra e stretto giro di tempo. Nella giornata di domenica scorsa, all’interno della sede della Pro Loco della frazione biturgense, è stato presentato il progetto di recupero esteso anche alla vicina Villa della Fattoria (edificio ricco di storia), il tutto grazie ad Aboca spa e al suo fondatore e presidente, il cavalier Valentino Mercati, che nel maggio del 2018 ha acquistato all’asta l’area in questione.

Assieme a Mercati e alla moglie, la signora Rosetta Del Bene, c’erano il sindaco Fabrizio Innocenti, il consigliere regionale Vincenzo Ceccarelli, l’ex sindaco Ivano Del Furia e Bruno Bellucci per la Pro Loco.

"Un progetto ambizioso, il quale conferma la lungimiranza e la solidità di un’azienda come Aboca che tanto sta dando al territorio della Valtiberina e non solo – ha commentato il primo cittadino Innocenti – e alla quale dobbiamo essere grati. Una realtà affermatasi a livello internazionale che, oltre a garantire lavoro e occupazione all’intera vallata, ha recuperato più di un reperto storico cittadino. L’area di interesse della vecchia fungaia è stata infatti completamente bonificata, così come i terreni che la circondano, in maniera da poter spostare in futuro parte della produzione dell’azienda, oltre ad alcuni uffici. I terreni naturalmente saranno adibiti alle piantagioni delle erbe che Aboca utilizza per i propri prodotti. Questo fa e farà della Valtiberina un territorio sempre più biologico e vivibile. L’amministrazione appoggia gli sforzi che l’azienda sta portando avanti e siamo fieri del fatto che la famiglia Mercati punti su questo territorio, investendo con progetti che fanno bene a tutto il comprensorio a 360 gradi".

Da parte sua, Mercati ha ricordato come sia già all’opera il cantiere della Villa per trasformarla in zona di ospitalità riservata al gruppo Aboca. Vi saranno ricavati una decina di appartamenti, anche se l’esterno dell’immobile rimarrà invariato, mentre la parte in cui c’era l’azienda è stata recuperata. Non solo: "Nel giro di un paio di mesi – ha detto Mercati – partiranno le prime lavorazioni a Gricignano, il cui ruolo sarà quello di centro agricolo di prima trasformazione, nel quale lavorerà un centinaio di dipendenti".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?