Boom Fiera e Città del Natale. La pioggia non ferma la folla

L’assessore Chierici: "220 banchi all’Antiquaria, in 40 tra piazza Landucci e via Sassoverde". Mercatini tirolesi: sabato record e oggi si replica.

Boom Fiera e Città del Natale. La pioggia non ferma la folla
Boom Fiera e Città del Natale. La pioggia non ferma la folla

Il popolo dei mercatini incrocia quello dell’Antiquaria e Arezzo fa gli straordinari. Ha debuttato ieri il nuovo percorso della Fiera. Quello che prevede che anche oggi i banchi degli antiquari si allunghino fino a via Sassoverde e San Domenico per la concomitanza con la Città del Natale. L’edizione di dicembre dell’Antiquaria da qualche anno fa i conti col villaggio Tirolese. Una convivenza che in questo fine settimana vede gli espositori fare un passo di lato verso le nuove vie del percorso.

"È una bella fiera con 220 banchi e poco meno di 20 non professionisti a Sant’Agostino – dice l’assessore Chierici – hanno traslocato da piazza Grande una quarantina di espositori riempiendo via Sassoverde, piazza Landucci e il lato delle scale del Duomo, anche in questa Fiera nessuno ha voluto optare per la Badia. Benissimo la concomitanza con la Città di Natale, il prossimo weekend tante prenotazioni già dal giovedì".

Ieri la partenza è stata bagnata dalla pioggia e dai forti venti della mattina, che hanno scoraggiato però solo gli arrivi last minute. Per il resto il doppio evento segna in città il tutto esaurito con alberghi e B&B praticamente al completo. Auto e bus sono attesi anche oggi, nella domenica che segnerà il picco degli arrivi del weekend, dopo un sabato a pieno regime per tutti gli operatori. La giornata è di quelle che promettono il botto soprattutto per l’indotto del centro storico con bar, ristoranti e negozi pronti ad accogliere i visitatori delle grandi occasioni che solo il ponte dell’8 dicembre potrà superare, quello in cui sono pronti anche i treni speciali dalle vallate. Oggi intanto torneranno le file alle attrazioni della Città del Natale, con i turisti già in coda alla Casa di Babbo Natale sempre sold out e in giro tra le baite che lavorano a pieno ritmo tra specialità alto-atesine, cioccolata calda e vin brulé. Ad essere prese d’assalto saranno anche le attrazioni del Prato, con le casette di legno degli artigiani, la ruota panoramica, la pista di ghiaccio e la giostra. Tutto intorno la magia delle luci che rendono il parco cittadino una cartolina da fiaba. Tra le mille attrazioni la Fortezza delle meraviglie e la casa della Lego di piazza San Francesco. Tante anche le collaterali. Evento nell’evento Gioiello in Vetrina nel chiostro della Biblioteca, poi gli appuntamenti del Natale di Casa Thevenin a San Domenico.