seri
seri

Arezzo, 7 novembre 2014 - Un importante e strategico accordo per implementare nuove tecnologie a favore della sicurezza sui binari, che prenderanno forma grazie a un finanziamento stanziato dalla Regione Toscana pari a 20 milioni di euro. È quello firmato nella giornata di ieri, giovedì 6 novembre, a Roma dall’Amministratore Unico di RFT (Rete Ferroviaria Toscana) e TFT (Trasporto Ferroviario Toscano) Maurizio Seri, assistito dal Direttore di Esercizio Mario Banelli, con l’Amministratore Delegato di RFI (Rete Ferroviaria Italiana), Maurizio Gentile. Si tratta, nello specifico, della “Convenzione per la fornitura di servizi di Ingegneria ferroviaria relativi al Sistema di Sicurezza ERTMS/ETCS Livello 2 e GSM-R per linee ferroviarie Regionali a semplice binario gestite da RFT e sui materiali rotabili di TFT”.

“Si tratta di un accordo strategico molto importante per la nostra realtà e per tutto il nostro bacino di riferimento – spiega Maurizio Seri, Presidente del Gruppo LFI Spa – che potrà garantire anche importanti ricadute economiche sul territorio vista l'importanza dell'investimento che sarà garantito dalla Regione Toscana. Desidero sottolineare il lavoro svolto da tutta la struttura del gruppo Lfi e il sostegno, che in tutte le fasi del percorso, abbiamo avuto dall'assessore regionale ai Trasporti Vincenzo Ceccarelli. Abbiamo messo le basi per concretizzare un progetto che ci consentirà di diventare un modello per tutte le reti ferroviarie italiane”.

L'accordo

 

Con la stipula del documento viene avviata una collaborazione strategica tra RFT-TFT e RFI che punta allo sviluppo di specifiche di carattere tecnico e funzionale per l’applicazione del Sistema di Sicurezza ERTMS/ETCS L2, oggi in esercizio sulle linee Alta Velocità di RFI, su linee ferroviarie a semplice binario. L'applicazione soddisfa quanto previsto dal DM 81/T 2008 ed dalla Direttiva 1/2009 della Agenzia Nazionale della Sicurezza Ferroviaria, in merito all’attrezzaggio della rete di RFT e dei rotabili di TFT con un sistema di sicurezza che controlli costantemente la marcia in tutti i suoi aspetti quali la velocità e gli arresti scongiurando così la possibilità dell’errore umano nella condotta del treno. Le strutture tecniche di RFT-TFT hanno ritenuto di individuare l’ERTMS/ETCS L2 come il più adeguato alla proprie esigenze e il più innovativo facendosi carico di tutti gli oneri che conseguiranno dall’applicare per la prima volta tale sistema, riconosciuto a livello europeo, su di una rete regionale. La Regione Toscana, proprietaria dell’infrastruttura, finanzierà l’intero progetto che avrà un costo di circa 20 milioni di euro.

La Convenzione permetterà anche di estendere la copertura radio del sistema ferroviario GSM-R di RFI, unico concessionario, sul territorio attraversato dalle Ferrovie Arezzo-Stia ed Arezzo-Sinalunga.

Gli amministratori e la direzione tecnica con l’avvio di questo importante percorso, pur consapevoli delle problematiche da affrontare, intendono dimostrare le potenzialità a livello di innovazione e capacità tecnica che possono esprimere le aziende da loro rappresentate, qualità nelle quali il gruppo FS ha dimostrato di credere intraprendendo tale percorso insieme ad una realtà con  dimensioni così diverse  dalle proprie.