Popiglio (Pistoia), 30 novembre 2017 – Una chat per segnalare dal cellulare i movimenti sospetti e cercare di prevenire i furti in abitazioni e negozi. È l’iniziativa a cui hanno aderito già una trentina di persone di Popiglio, dove lunedì sera i ladri hanno colpito di nuovo, dopo nemmeno due settimane dal furto in un’abitazione in alto al paese. A proporre questa sorta di controllo del vicinato “fai da te”, è stata Alessia Melani, giovane residente nel borgo montano che circa due anni fa soprese i ladri in casa propria nel cuore della notte.

“La frequenza di questi episodi, anche nei nostri piccoli paesi – spiega Alessia – mi ha convinto a fare qualcosa per provare a difendere le nostre case, visto anche che in paese ci conosciamo tutti e possiamo quindi darci una mano. Per le forze dell’ordine è difficile controllare un territorio vasto come la montagna, perlopiù visto che questi malviventi non si fanno scrupoli, nemmeno ad agire di pomeriggio. Ho quindi creato un gruppo su Whatsapp a cui, al momento, hanno aderito circa 25 persone di Popiglio. In questo modo chiunque nota persone o movimenti sospetti può segnalarlo velocemente ai compaesani”.

Lunedì scorso, comunque, i ladri sono dovuti scappare a mani vuote: il pensionato che risiede nell’abitazione presa di mira, situata proprio nel cuore del paese, lungo la via che conduce al teatro Mascagni, è riuscito infatti a metterli in fuga, per poi chiamare i Carabinieri. Erano passate da poco le 18, quando i ladri, muniti di un trapano, hanno tentato di aprire la finestra adiacente alla porta di ingresso. Per fortuna, però, i vetri antisfondamento hanno avuto la meglio e il pensionato, udendo i rumori, ha iniziato a domandare “chi è?”. I malviventi hanno quindi deciso di tagliare la corda.