Pisa, sabato 4 novembre 2017 - Una sfida da non sbagliare per riavvicinarsi alla vetta. Il derby di domani con la Pistoiese, per i nerazzurri, significa soprattutto questo, complice anche la sfida di questa sera al “Franchi” fra Siena e Livorno: qualunque cosa accada, infatti, il Pisa avrà l'occasione di ridurre le distanze da una o entrambe le battistrada. Lo sa bene mister Pazienza, fresco di conferma sulla panchina del Pisa e che, per l'occasione, avrà tutti gli effettivi a disposizione. Per il tecnico nerazzurro, dunque, non ci sarà che l'imbarazzo della scelta. I dubbi, però, non sono pochi e riguardano tanto l'assetto del pacchetto arretrato che quello del reparto d'attacco. In difesa, infatti, Ingrosso scalpita ed è pronto al rientro ma Carillo nelle ultime settimane lo ha sostituto più che egregiamente e anche Sabotic è parso in crescita. Molto dipenderà, ovviamente, anche dal modulo (a tre o quattro interpreti) ma per l'ex Matera ritrovare una maglia da titolare non sarà semplice, né scontato. In avanti, invece, sgomita per avere più spazio Maikol Negro, giocatore che in questa categoria ha fatto spesso la differenza e che in nerazzurro non è ancora riuscito a trovare una sua collocazione. Chissà che quella con gli arancioni non possa essere la gara del suo rilancio.

Domani domenica 5 novembre, però, sarà anche il giorno del ricordo. Il 3 novembre di 18 anni fa, infatti, se ne andava Romeo Anconetani, il presidente per antonomasia nella storia del Pisa, e l'uomo che, con poche risorse e tanta competenza e intuito, ha portato il club nerazzurro dove mai era stato in passato. Sedici anni fra serie A e B, promozioni, allori internazionali e grandi talenti che hanno incantato l'Arena Garibaldi: da Berggreen e Kieft passando per Dunga, Simeone, Chamot, il compianto Andrea Fortunato, Padovano, Vieri, Muzzi, Baldieri e tanti altri. La famiglia lo ricorderà con una celebrazione fissata per domani mattina 5 novembre alle 10 nella chiesa della Maddalena, in via Mazzini, e officiata da monsignor Cei cui hanno invitato anche i tifosi nerazzurri e le autorità cittadine. Il club nerazzurro, invece, lo ha fatto ieri con un pensiero pubblicato sul sito ufficiale: «Come ogni anno, questo giorno, ci riporta alla mente l’addio al nostro “presidentissimo” Romeo Anconetani. Impossibile dimenticare quello che ha rappresentato per la nostra storia e quello che tutti i tifosi nerazzurri hanno potuto vivere durante la sua presidenza. Ciao Romeo, per sempre nei nostri cuori». Probabile, comunque, che il presidente venga ricordato dagli ultras anche domani durante il derby con la Pistoiese.

Martedì, pomeriggio, (alle 17.30, residence San Rossore, in via del Capannone, 4B), invece, sarà il giorno della presentazione ai tifosi del Progetto “3P” (Patto, Passione e Partecipazione), un'iniziativa lanciata dall Lega Pro e riservata, in via sperimentale a dodici società tra cui il Pisa. Gli obiettivi sono chiari: restituire al calcio una dimensione sociale fatta di inclusione e non di “esclusione”, responsabilizzando la tifoseria e favorendo il più possibile la partecipazione delle famiglie. Nell’ambito del progetto è prevista anche una semplificazione del sistema di ticketing mediante la revisione della disciplina sulla tessera del tifoso e la responsabilizzazione delle società sportive.

Partita, intanto, la prevendita per la partita con la Carrarese di giovedi sera. I tagliandi potranno essere acquistati fino alle 19 di mercoledì 8 novembre on line e in tutti i punti vendita collegati al circuito Etes Come On Web al prezzo di 10 euro (più diritti di prevendita). A Pisa i biglietti sono in vendita al Pisa Point di via Bianchi, al Solo Pisa di via Piave e all'Antica Tabaccheria, in via Diaz 66/a.