Missione compiuta. Il Pisa batte il Cuneo e sale al terzo posto scavalcando la Viterbese e portandosi a due sole lunghezze di distanza dal Siena secondo in classifica, e a otto dalla capolista Livorno. Tre punti meritati, arrivati grazie ai primi 25 minuti arrembanti, durante i quali è arrivato anche il gol partita di Negro, e ad una condotta di gara accorta, badando alla sostanza. Eccezion fatta per gli ultimi cinque, durante i quali la paura di vincere ha preso il sopravvento e il Pisa ha rischiato grosso in un paio di circostanze. Per la quinta partita consecutiva il Pisa non subisce reti.

45': Voltolini super: esce e abbrancata in presa bassa su Zamparo lanciato a rete.

41': Occasionissima per il Cuneo: Bruschi, solo in area di rigore, pesca Gerbaudo sul dischetto del rigore, ma il centrocampista ciabatta malamente a lato

35' Lisi show: pennellata del nuovo acquisto nerazzurro per l'inserimento di De Vitis, ma la conclusione di prima iintenzione del centrocampista lambisce il palo.

24': Altre due sostituzioni nel Pisa: in campo Mannini e il nuovo acquisti Ferrante per Maza e Masucci

5': Doppio cambio nelle fila del Pisa: entra De Vitis per Izzillo e il nuovo acquisto Lisi per Negro, il migliore in campo fino a questo momento. Tatticamente non cambia nulla:  Giannone va a giocare alle spalle di Masucci e Lisi agisce da esterno destro d'attacco.

1': Gara ricominciata. Nel Pisa pronto ad entrare De Vitis.

Fine primo tempo. Venticinque minuti arrembanti, sufficienti per rompere gli equilibri della partita grazie a un gran gol di Negro, e venti minuti a controllare il risultato, con qualche rischio di troppo corso sulle cosiddette "seconde palle", ossia sulle respinte della retroguardia nerazzurra, che spesso hanno trovato troppo soli Gucher e Izzillo, poco supportati da Giannone e Maza. Il vantaggio dei nerazzurri, comunque, è meritato.

34': Ancora una volta il Pisa si fa trovare posizionato male sulle respinte della retroguardia nerazzurra, ne approfitta Galluppini che entra in area palla al piede e dal dischetto del rigore conclude a lato.

26': Conclusione improvvisa di Gerbaudo dalla distanza che sfiora la traversa

25': Primo quarto di gara tutto di marca nerazzurra: la gara è un monologo dei padroni di casa che l'hanno già sbloccata con un gran gol di Maikol Negro.

19': Pisa vicinissimo al raddoppio: staffilata di Gucher dal limite dell'area, Stancampiano vola e devia in angolo

18': Fa tutto Maikol Negro: l'attaccante da il via all'azione e poi va in area a raccogliere il traversone di Birindelli e, di testa, batte imparabilmente Stancampiano.  1-0

12' Occasionissima per il Cuneo: Gerbaudo intercetta una palla vagante e, dal dischetto del rigore, conclude di poco a lato

10': Gran torsione di Masucci su cross di Filippini, ma Stancampiano e la toglie dall'angolino.

4': Zigrossi conclude di prima intenzione, in mischia ma, fortunatamente per il Pisa, Voltolini se la ritrova in mano.

2': La prima occasion è del Pisa con un'azione tutta in verticale sull'asse Masucci-Giannone-Negro, ma la conclusione da distanza ravvicinata dal nerazzurro è deviata in spaccata da un difensore del Cuneo

1' La tifoseria nerazzurra, dopo l'affollatissima assemblea di giovedi scorso, torna a farsi sentire sul progetto stadio: ''Lo stadio lo necessità e lo pretende la città ... è un vostro dovere non farci scappare questa opportunità!!!? è il doppio striscione che comincia in Curva Nord e prosegue in Gradinata esposto al fischio d'inizio.

Le formazioni ufficiali. Non c'è Mannini nell'undici iniziale chiamato a battere il Cuneo per scavalcare la Viterbese e dimezzare lo svantaggio dal Siena, secondo in classifica. E con Lisuzzo di nuovo in panchina, la fascia di capitano finisce sul braccio di Gucher. In avanti, Pazienza riconferma il tandem di brevilinei Negro-Masucci e Maza sulla fascia sinistra, e lancia Giannone a destra. Tutti in panchina i nuovi acquisti. Nel Cuneo c'è Zigrossi in difesa e Zappella come laterale destro di centrocampo.

I risultati maturati nel pomeriggio sorridono al Pisa: Viterbese, Siena e Livorno, infatti, hanno frenato impattando, rispettivamente, ad Alessandria (1-1), Giana (0-0) e Pistoeise (1-1). Risultato: battendo il Cuneo i nerazzurri scavalcherebbero la Viterbese al terzo posto, portandosi a due punti dai bianconeri, secondi in classifica, e a otto dalla capolista amaranto.

PISA (4-2-3-1): Voltolini; Birindelli (dal 37'st Di Quinzio), Carillo, Ingrosso, Filippini; Gucher, Izzillo (dal 5'st De Vitis); Giannone, Negro(dal 5'st Lisi), Maza (dal 24' st Mannini); Masucci (dall'24'st Ferrante).  A disp: Campani, Lisuzzo, Sabotic, Maltese, Setola, Cagnano, Eusepi, De Vitis.   All. Pazienza

CUNEO (5-3-2): Stancampiano; Zappella, Conrotto, Zigrossi (dal 27'st Pellini), Boni Sarzi Puttini (dal 37'st Testoni);Cristini M. (dal 7'st Bruschi), Rosso, Gerbaudo; Galluppini (dal 27'st Zamparo), Dell'Agnello, Galuppini. A disp:  Moschin, Baschirotto, Bruschi, Genovese, Secondo, Pellini, D'Agostino, Maresca. All. Viali.

Arbitro: Mercenaro di Genova

Note: angoli 2-4. Ammoniti Rosso. Recupero: pt 0; st 4'. Spettatori: 5.996 per un incasso di 51.211, 85 euro.