Pisa, 6 marzo 2017 - Tutto pronto per l’inaugurazione del PisaMover, la navetta elettrica che collegherà stazione ferroviaria, parcheggi scambiatori e aeroporto con viaggi ad una frequenza tra i 5 e gli 8 minuti (a seconda della stagione e dell’orario). Appuntamento il 18 marzo con la presenza del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio; David Sassoli, Membro della Commissione Trasporti del Parlamento Europeo; Enrico Rossi, Governatore della Regione Toscana; Marco Filippeschi, Sindaco di Pisa; Fabrizio Cerri, Amministratore Unico Pisamo; per PisaMover saranno presenti Emanuele Noschese ed Ermenegildo Zordan.

Dalle 12.30 l’apertura delle porte al pubblico e poi fino a domenica 26 marzo il PisaMover sarà gratuito per permettere a tutti di provarlo.

Gli orari: dalle 6 alle 24. Dalle 12.30 sarà aperto il parcheggio scambiatore sull’Aurelia, mentre dal primo pomeriggio sarà aperto al pubblico anche il parcheggio scambiatore di via di Goletta. Le altre fermate: stazione FS centrale (binario 14) e aeroporto.  L’infrastruttura è stata realizzata da gruppo Condotte e Leitner.

Cos’è il PisaMover - Una navetta a trazione trainata da motori elettrici, silenziosa, che collegherà ad alta frequenza aeroporto di Pisa (5 milioni di passeggeri l’anno) e stazione ferroviaria di Pisa centrale (6 milioni di passeggeri l’anno, 15 milioni di persone in transito l’anno). La frequenza sarà ogni 5-8 minuti a seconda di orari e stagione, sarà attivo almeno dalle 6 alle 24. Il tempo di percorrenza è di circa 5 minuti. Ogni carrozza ha 100 posti.

Il prezzo della corsa singola è 2.70 euro (1,20 euro la domenica e festivi). Tra la stazione e l’aeroporto c’è la fermata intermedia ai parcheggi scambiatori con 1400 posti auto Importanza per l’aeroporto – Una struttura di livello adeguato alle grandi città europee e dal comfort “aeroportuale”.

Per l’aeroporto una capacità di collegamento immediata alla stazione centrale da cui è possibile collegarsi alle principali città italiane e toscane. Importanza per la città – Grazie ai nuovi parcheggi scambiatori da 1400 posti si offre un’alternativa ai pendolari che ogni giorno arrivano a Pisa per lavorare o per visitare la città. I parcheggi sono sulle direttrici sud ed est: per chi arriva da Livorno tramite l’Aurelia o per chi arriva dalla Fi-Pi-Li (Cascina-Pontedera-Firenze). Con 2,50 euro (gratuito domenica e festivi) si può parcheggiare la macchina tutto il giorno dalle 6 alle 24 con incluso il biglietto PisaMover andata e ritorno per il centro (stazione ferroviaria) o per l'aeroporto. Questo per arginare l’assedio di auto verso Pisa, circa 70mila al giorno. Previsti abbonamenti vantaggiosi e sconti per chi divide la macchina con altre persone.

L’opera è stata realizzata smantellando il vecchio binario 14 su cui viaggiava un treno che collegava aeroporto e stazione circa una volta all’ora con carrozze inadeguate Benefici per l’ambiente - Come ha stimato la Tages, società con esperienza trentennale che opera nel campo della pianificazione e progettazione dei sistemi di mobilità e trasporto, grazie al PisaMover le emissioni di CO2 diminuiranno di oltre 2 milioni di kg

Tempi e costi – I lavori sono finiti, per l’avvio si attende il nulla osta della commissione ministeriale che sta svolgendo gli ultimi controlli. L’opera è costata 71 milioni di euro, 21 da finanziamento europeo, 50 a carico dei privati che la gestiranno nei prossimi 36 anni. Nei costi sono comprese le opere migliorative per il quartiere.

Opere per il quartiere di San Marco San Giusto - migliore viabilità con piste ciclabili, rotonde, nuova strada, eliminazione dei passaggi a livello; aumento della sicurezza idraulica con i nuovi scatolari. In particolare il quartiere ha ottenuto la soppressione dei passaggi a livello di Via di Goletta e Via S.Agostino che, per oltre 30 anni, hanno rappresentato una cesura nel territorio. Quattro le nuove rotatorie che hanno fluidificato il traffico: via Pardi/via dell’Aeroporto/via Antoni; sull’Aurelia di accesso al parcheggio scambiatore; via Pardi/via Sant’ Agostino/via Eugenio; all’altezza dell’ex-passaggio a livello di Sant’Agostino. Quest'ultima serve a collegarsi alla nuova strada che collega via Sant'Agostino a via di Goletta fino al parcheggio scambiatore. Riqualificati anche i marciapiedi e realizzata una nuova pista ciclabile sul quartiere di 1,5 km in via dell'Aeroporto, via Pardi e per tutta la lunghezza della nuova strada.

Per quanto riguarda la sicurezza idraulica è stata colta l'opportunità dei lavori in corso per realizzare una parte del progetto più globale con la posa di nuovi scatolari: miglioreranno la situazione in caso di pioggia in un quartiere tradizionalmente fragile che ha bisogno ancora di interventi in questo senso. Iniziate le riasfaltature di via Pardi, via dell'Aeroporto, via Sant'Agostino e via di Goletta.