Montecatini 11 gennaio 2018 - Carabinieri in municipio a Uzzano per le indagini relative al bambino di 6 anni «dimenticato» nello scuolabus martedì pomeriggio e ritrovato soltanto in tarda serata. A denunciare l’accaduto era stato il nonno che, appena dopo il lieto fine della vicenda – comunque con un fortissimo spavento del piccino – aveva contattato la locale stazione dell’Arma per segnalare il caso. «Voglio che sia fatta luce – aveva detto – perché queste situazioni non dovrebbero mai verificarsi. La nostra famiglia ha affrontato due ore di incredibile angoscia».

Ieri i militari hanno appunto acquisito gli atti per procedere all’inchiesta. Il reato ipotizzato è quello di abbandono di minore. A essere indagato sarebbe uno degli autisti del servizio di scuolabus, che dal 2005 è affidato a un’azienda privata, come avviene in numerosi altri comuni. Il bambino di prima elementare, la cui famiglia abita a Santa Lucia di Uzzano, si era seduto come sempre sul pullmino intorno alle 16.30, quando si conclude il tempo pieno della scuola primaria.  Il piccolo – come aveva raccontato suo nonno – si è addormentato durante il tragitto fino a casa. Molto probabilmente si è sdraiato sul sedile e non è stato notato dall’autista a fine servizio.