Lucca, 9 ottobre 2017 - Gesam, quale futuro per la principale azienda controllata dal Comune? Se lo chiedono prima di tutto i dipendenti, preoccupati dalla china intrapresa con il progetto di riordino voluto da Lucca Holding, la cassaforte delle partecipazioni comunali, e dalla giunta Tambellini. Nell’assemblea del personale tenutasi nello scorso fine settimana, dopo che le organizzazioni sindacali avevano incontrato il sindaco e l’assessore Lemucchi, i dubbi si sono concentrati in primis sul mancato dialogo con la Rsu aziendale quando ormai siamo a un passo dall’approvazione di una delibera di indirizzo del consiglio comunale. In particolare, i lavoratori di Gesam Spa, si legge in un documento, lamentano il fatto che «il riordino delle società del gruppo, avviene, senza conoscere quale futuro debbano aspettarsi, visto l’imminente sblocco del bando di Gara per l’assegnazione del Servizio Provinciale di distribuzione del gas e vista la cessione della loro sede di Via Nottolini a Lucca Holding Servizi, anch’essa compresa nel progetto di scissione che il consiglio comunale si accinge ad approvare». 

Inoltre, i dipendenti dei Servizi cimiteriali, chiedono che il loro passaggio a Lucca Holding Servizi Srl sia definito con le Rappresentanze Sindacali, nel dettaglio di ogni dipendente, prima dell’approvazione della delibera consiliare di indirizzo. Non basta. I problemi ventilati potrebbero aver una portata ancora maggiore, visto che il riassetto «non contiene le necessarie indicazioni sulla permanenza a Lucca dei posti di lavoro, della sede aziendale e dello sportello dedicato ai cittadini». Con buona pace del radicamento della società sul territorio. 

«I lavoratori di Gesam Spa, Gesam Gas & Luce Spa, Gesam Energia Spa – conclude la nota – chiedono l’apertura immediata di idonei tavoli tecnici, ove siano presenti tutte le Parti decisorie così da poter giungere in tempi estremamente brevi, alla definizione, di uno specifico documento, (ad oggi mancante) da allegare alla delibera consiliare di indirizzo, ove siano definiti tutti gli aspetti sindacali qui sommariamente indicati». Si attendono le prime risposte dall’incontro programmato per domani tra la Rsu e i vertici di Gesam Spa.