Lucca, 24 gennaio 2017 - Qualcuno ieri pomeriggio ha notato uno zaino abbandonato sotto una panchina di piazza Napoleone, a due passi dalla pista di pattinaggio su ghiaccio frequentata da tantissimi bambini e ha dato l’allarme ai carabinieri. Tanto è bastato perché in pochi minuti – erano da poco passate le 18 – l’intera zona venisse interdetta con nastri di plastica. Troppa la paura legata ai tanti attentati. I carabinieri hanno immediatamente fatto evacuare l’area intorno alla pista e, successivamente, anche una più ampia porzione di piazza Napoleone. Sul posto anche i vigili urbani e la polizia.

Si è quindi deciso di chiamare gli artificieri del nucleo anti sabotaggio da Firenze che, con gli strumenti a loro in dotazione fra cui un piccolo robot, hanno fatto brillare lo zaino e consentendo l’esame del contenuto permettendo così di far rientrare del tutto l’allarme.

All’interno dello zaino è stata riscontata una scatola, forse un pacco regalo dimenticato da qualcuno oltre ad effetti personali: come confermavano in tarda serata i carabinieri si è trattato di un falso allarme, per il quale si è comunque deciso di far scattare le procedure di verifica previste dai protocolli antiterrorismo e suggerite per una zona in cui fra pista di pattinaggio, giostra e mercatini, la presenza di persone era elevatissima.

L’attenzione in città resta comunque alta. Il Comitato ordine e siocurezza pubblica, infatti, sulla base delle recenti indicazioni pervenute dal Ministero dell’Interno ed in ragione del considerevole incremento dell’afflusso di persone, ha disposto l’innalzamento delle misure di prevenzione e vigilanza in città.