Grosseto, 8 settembre 2017 - Ci sono quattro persone denunciate per aver fatto esplodere una bomba carta contro la parete esterna dell'hotel Airone a Grosseto, tra il muro e il bus dell'Olbia Calcio (che era in Maremma per sfidare il Gavorrano), imbrattando con scritte xenofobe e una svastica le mura dello stesso albergo e poi con altre scritte lo stadio Zecchini. 

Si tratta di quattro uomini tra i 26 e i 34 anni: nella notte tra il 2 e il 3 settembre avrebbero fatto esplodere la bomba carta. Le indagini, concluse dalla questura in sinergia con i carabinieri, «si sono avviate - si legge in una nota -, negli ambienti della tifoseria locale e si sono avvalse inoltre dei sistemi di videosorveglianza presenti in città.

I quattro si sono presentati in Questura assistiti dai loro legali, fornendo ampio riconoscimento delle loro responsabilità. Si tratta per altro di giovani che - si conclude la note -, pur gravitando nell'area della tifoseria locale, non ne sono personaggi di rilievo. I quattro hanno definito la loro una bravata, compiuta nel corso di una notte in cui avevano consumato abbondanti quantità di alcolici». I quattro sono stati denunciati per danneggiamento aggravato.