Firenze, 27 aprile 2015 – I nuovi modelli di integrazione e le nuove sfide del fenomeno migratorio; il futuro dell’ecosistema digitale nell’Europa di oggi; le trasformazioni della scuola e dell’università, i cambiamenti della mobilità urbana e la sicurezza alimentare: saranno questi alcuni dei temi trattati negli oltre 120 eventi della terza edizione del Festival d’Europa che si svolgerà a Firenze da martedì 6 a domenica 10 maggio. La manifestazione di rilievo internazionale è promossa dalle maggiori istituzioni europee, nazionali e regionali e nasce con l’obiettivo di incoraggiare e sostenere la partecipazione democratica dei cittadini dell'Unione Europea. La cerimonia d’inaugurazione si terrà martedì 6 maggio alle 17.30 in piazza Santa Maria Novella.

Il focus di questa edizione sarà sul binomio sviluppo e cooperazione, e coinvolgerà 40 luoghi della città, da Palazzo Vecchio a Palazzo Medici Riccardi, dalle Murate a Villa Salviati, dalla Biblioteca delle Oblate al Polo universitario di Novoli. Nella cinque giorni convegni e seminari con ospiti internazionali si alterneranno a mostre, spettacoli, laboratori interattivi, concerti, installazioni d’arte oltre a flash mob, dimostrazioni di live cooking e di arte circense. Momento centrale nel programma del Festival sarà The State of the Union, la conferenza internazionale promossa dall’European University Institute che porterà i vertici dell’Ue tra Palazzo Vecchio, Villa Salviati e la Badia Fiesolana. Nella quattro giorni – dal 6 al 9 maggio - si discuterà delle politiche economiche, sociali e culturali dell’Unione. Economisti, accademici e figure di primo piano del panorama internazionale discuteranno del ruolo dell’Europa nell’attuale scenario geopolitico e di una nuova Dichiarazione Schuman per il XXI secolo.

Tra gli ospiti più attesi: il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, l’alto rappresentante dell'Unione Europea per gli Affari Esteri e la Politica di Sicurezza, Federica Mogherini, il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Paolo Gentiloni, il primo ministro greco Alexis Tsipras, il primo ministro portoghese Pedro Passos Coelho, l’ambasciatore degli Stati Uniti presso l’Unione Europea, Anthony Luzzatto Gardner. Interverranno anche Giorgio Napolitano, Romano Prodi e Giuliano Amato. Con il Festival torna la Notte Blu, l’appuntamento dedicato alla nascita dell'Europa (9 maggio 1950), che si svolgerà dal 5 al 10 maggio, tra il complesso delle Murate e altri luoghi in città, con un cartellone di 50 eventi tra laboratori interattivi, esibizioni di arte circense, live cooking, piece teatrali, cinema, fotografia e concerti live. Due i fili conduttori della Notte Blu 2015: cooperazione e cibo. Grande importanza verrà data sia agli eventi legati al cibo e alla sicurezza alimentare, in virtù della concomitanza con Expo 2015, che ai dibattiti e laboratori legati alla cooperazione e interazione tra culture diverse per un futuro sostenibile, per celebrare il 2015 Anno europeo dello sviluppo come riconosciuto dall'Unione Europea.

Tra le novità dell’edizione 2015 del Festival, il palco ‘live’ in piazza Santa Maria Novella dedicato al mondo della scuola che ospiterà, dal 6 al 9 maggio nella fascia oraria 10-23, le attività curate dall’Agenzia Nazionale Erasmus+Indire. Qui, il 7 maggio si festeggerà il decimo compleanno dei gemellaggi elettronici tra scuole (eTwinning) celebrato in contemporanea in tutta Europa e a Firenze con 500 palloncini lanciati in aria. Lo stesso giorno si alterneranno sul palco con le loro performance, le scuole di musica provenienti da diverse città della Toscana. Il 9 maggio ore 12 spazio al flashmob “L’Europa ti abbraccia”, in cui si diffonderanno i risultati della ricerca sull’impatto dei percorsi di mobilità internazionale nello sviluppo personale e professionale. L’evento si svolgerà in contemporanea nei 14 paesi partner del progetto MOB GAE www.mobgae.eu. Il Festival d’Europa 2015 vede coinvolti in prima linea le maggiori Istituzioni europee, nazionali e locali quali: il Dipartimento Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri, l’EUI, la Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, l’Ufficio di Informazione del Parlamento Europeo in Italia, il Consiglio d’Europa, la Regione Toscana, il Comune di Firenze, la Città Metropolitana di Firenze, l’Agenzia Erasmus+ Italia/INDIRE, l’Università degli Studi di Firenze. Il Festival è realizzato con il supporto dell’Agenzia Nazionale per i Giovani. Il coordinamento è affidato a Fondazione Sistema Toscana.

LINK AL PROGRAMMA DIVISO PER TEMA, DATA E LOCATION
sdsdsdsd