Brutto scherzo di Crudeli Inatteso crollo del Forte

Hockey su pista: partenza choc dei rossoblù che non entrano mai in partita. Tardiva la reazione di Gil e compagni continuano a balbettare in campionato.

Brutto scherzo di Crudeli  Inatteso crollo del Forte
Brutto scherzo di Crudeli Inatteso crollo del Forte

FORTE DEI MARMI – Grave sconfitta interna del Gds Impianti Forte dei Marmi nella 22ma giornata della serie A1 di hockey. Il Vercelli di Roberto Crudeli espugna il Palaforte con il punteggio di 8-5 (primo tempo 4-2) sfruttando una prestazione sconcertante dei padroni di casa.

Rosa al completo per Crudeli, mentre Molina non schiera Illuzzi, sostituito dal rientrante Borgo, fresco di convocazione (insieme a Lombardi e a Petrocchi) nella nazionale under 23. Iniziano bene i padroni di casa che mettono sotto pressione un ottimo Mattia Verone che, dopo tre interventi decisivi, deve capitolare al 7’ su una deviazione in area di Rossi ben servito da Gual. I rossoblu potrebbero raddoppiare subito dopo, ma il tiro di Cinquini colpisce il palo e, poco dopo, la partita cambia volto. All’11’ Oruste chiude perfettamente un contropiede pareggiando. Al 12’ vantaggio del Vercelli grazie a una punizione dal limite di Zucchetti e al 13’ Tataranni trasforma un rigore. Passa un minuto e Gnata para un secondo rigore a Tataranni. Il 4-1 dei gialloverdi arriva però al 16’ grazie a un’azione personale di Oruste. La squadra di Molina, accorcia subito con Ambrosio che trasforma un tiro diretto con la parte finale della prima frazione che vede i padroni di casa più volte pericolosi e colpire il palo al 21’ con Gual.

Traumatico l’inizio di ripresa del Gds Forte che subisce due reti in meno di un minuto, il 1’, ad opera di Zucchetti, assist di Neves, e Canet in contropiede. Il Vercelli impietoso colpisce ancora e all’8’ Tataranni lancia Oruste per il 7-2. All’11’ Gual serve Rossi in area che non sbaglia. La squadra di Crudeli gestisce il vantaggio e segna ancora al 12’ con Zucchetti che ruba palla a metà pista. Nella seconda parte della ripresa le arrivano ultime due reti dei rossoblu, di Ambrosio al 13’ su tiro diretto e di Gil al 22’ su servizio di Gual, che rendono meno mortificante il passivo. Certamente giovedì ci vorrà una squadra ben diversa per avere ragione del Valongo nel terzo turno di Champions League.

G.A.