Un momento dell'incontro
Un momento dell'incontro

Viareggio, 10 gennaio 2020 - Protagonisti delle scelte. Alla Gamc hanno iniziato il lavoro di formazione e partecipazione gli 80 cittadini di Viareggio e Torre del Lago estratti dalle liste dell’anagrafe, e che sono stati chiamati a dire la loro su diversi problemi, in base al progetto “Partecipa la comunità”. "Partecipazione è una parola che viene usata spesso ma raramente gli si dà concretezza. Il percorso partecipativo che stiamo facendo a Viareggio fa parte di questa seconda categoria. E’ il primo esempio di bilancio partecipativo ma per l’anno prossimo abbiamo intenzione di svilupparlo ulteriormente e con più risorse. Ringrazio quanti hanno accettato di mettersi in gioco. Un’occasione importante – commenta il sindaco Giorgio Del Ghingaro - per un impegno di poche ore, che rende il cittadino parte attiva della vita amministrativa comunale. Opportunità anche di formazione, per i cittadini che imparano a conoscere da vicino e dall’interno il funzionamento della macchina comunale. Un nuovo modo di vedere la politica, nel quale crediamo molto, che sia ancora più vicina alla gente".

Non appena il coordinatore dell’iniziativa Matteo Garzella ha terminato di esporre le varie attività da svolgere e il dirigente comunale ai lavori pubblici, Giovanni Mungai, ha precisato i contorni e le limitazioni delle proposte da elaborare, che non possono certo riguardare i grandi lavori pluriennali, la sala della Gamc si è riempita di un forte chiacchericcio e brusio, segno che i presenti si sono subito messi a confronto per “tirare fuori” le migliori soluzioni per gli interventi da chiedere. Il comune ha elaborato un corposo ma ben leggibile volumetto che, per la prima volta in un unico contesto, pubblica in sintesi cosa è stato fatto dal 2015 fino a ieri dall’amministrazione, nei seguenti ambiti: spazi pubblici, aree verdi, infrastrutture, tutela dell’ambiente, gestione dei rifiuti, risparmio energetico, controllo della circolazione stradale, monitoraggio del territorio e protezione civile. Per questi ultimi punti era presente la comandante della Polizia Municipale, Iva Pagni.

La discussione è stata subito vivace e articolata tra i cittadini che, in alcuni casi, hanno segnalato anche situazioni o episodi al di fuori delle linee guida indicate sopra. Il benvenuto e saluto dell’amministrazione è stato portato dal vice sindaco Valter Alberici che si è detto “molto soddisfatto di questa partecipazione così numerosa e significativa, anche per una vera e propria formazione dei presenti. Le proposte che verranno fuori saranno attentamente valutate dai dirigenti del comune, che porteranno a compimento quelle migliori, dopo il passaggio partecipativo di un giorno, in cui si voteranno i progetti e si potranno così mettere successivamente in cantiere”.

Nel resoconto comunale sui lavori negli ambiti sopra evidenziati, e distribuiti agli 80 cittadini, si descrivono gli impegni là dove vi era più urgente bisogno di interventi sistematici. Un esempio tra i più sentiti ed eclatanti si trova nel capitolo Pineta di Ponente dove nel periodo 2016-2019 si ricordano gli lavori di messa in sicurezza e riqualificazione con potature, riduzione del sottobosco, ripristino del vialetti, rimozione ceppaie e arredi urbani degradati e abbattimento di piante pericolose, ricalibratura dei principali fossi di scolo. In sintesi: 70 nuove piante, 830.000 metri quadrati di pineta sistemata, 4.900 metri di fossi ricalibrati, 1.500.000 euro dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. Un altro capitolo di interventi già fatti, sempre dal 2015 al 2019, e sui quali si richiedono eventuali segnalazioni, è quello della manutenzione delle strade, ma anche quello sugli incidenti stradali, di competenza della Polizia Municipale, settore del comune che svolge un servizio difficile, con competenza e sacrificio, e che è un ruolo molto sentito dai cittadini.

La serata si è strutturata su tre turni di discussione: ogni tavolo aveva il compito di fare due post-it: uno verde per i giudizi e uno arancione per le proposte. Nell’ultima parte, dopo la cena, sono state discusse le proposte fatte. I cittadini hanno mostrato gradimento per l’attenzione per l’ambiente, l’estensione della differenziata, il nuovo impulso dato ai lavori pubblici. Hanno chiesto invece maggiore attenzione per i parchi giochi, asfaltature anche alle aree periferiche, videosorveglianza in special modo per contrastare l’abbandono dei rifiuti. Il prossimo appuntamento, sempre alla Gamc alle 18, è per il 15 gennaio prossimo e verterà su sociale, politiche abitative, turismo e sport.
 

Nel dettaglio, i cittadini che si occuperanno degli investimenti su Viareggio, sono: Bacchi Ashley, Barbera Giuseppe, Barsotti Samuele, Benedetti Laura, Bertolucci Graziella, Bianco Massimo, Boccaccini Edoardo, Bonuccelli Carlo, Capobianco Maria Concetta, Carlini Jessica, Ciardi Valentina, Cupido Vincenzo, Ducci Monica, Faggi Giulia, Fazzini Alessandra, Giagnoli Serena, Giannini Bino, Gualtieri Ilaria, La Ferla Alberto, Landi Vanna, Lazzarotti Guido Andrea, Lucas Margarete Elise Sofie, Maffei Roberto, Masoni Michela, Matteoni Gloria, Menichetti Myria, Mosa Carlo, Musacci Gianluca, Nuti Silvio, Panzera Maila, Passaglia Luigi Enrico, Patalani Valeriana, Pellegrineschi Alessandra, Pellinacci Pierpaolo, Reggiannini Maria Gloria, Rossi Simone, Simoni Elio, Tigli Antonio, Torquati Giada, Vitali Ilaria. Per gli investimenti su Torre Del Lago: Bursi Anna, De Luca Maria, De Pietro Dario, Di Pietro Donatella, Falcini Riccardo, Felicetti Nicola Fruzza Fosco, Gaggioli Alessandro, Galtieri Placido, Gega Alfrida, Genovali Lucia, Incorvaia Daniele, Lippi Roberto, Lo Giudice Erika, Luciani Anna, Lugari Annalisa, Mallegni Giacomo, Mencacci Deborah, Minascurta Nicusor, Morales Erica Natalia, Musetti Maria Antonietta, Napoli Loredana, Neri Anna Artemisia, Orlandi Alfredo, Pacini Stefano, Paolini Paolo, Paolini Giorgio, Pedonese Stefano, Pratesi Massimo, Quadrini Monica, Rinaldi Daria, Rugani Licia, Scavone Irene, Sciotti Anna Maria, Senneca Emma, Sepich Carlo Alberto, Simonetti Angelo, Sorrentino Sabrina, Tofanelli Giario, Traversari Maria Pia. Più due riserve: Gugliandolo Fabrizio e Degan Mary.

© RIPRODUZIONE RISERVATA