Quotidiano Nazionale logo
4 mag 2022

Sir Perugia, altra battaglia "Ora ripartiamo da zero"

Stasera gara2 della finale-scudetto a Civitanova. La carica di Fabio Ricci

alberto aglietti
Sport

di Alberto Aglietti

Pronti per la seconda battaglia. Stasera si torna in campo (ore 20,30 con diretta su Rai Sport) e con la Sir Safety Conad Perugia che deve vincere in trasferta per pareggiare una serie di finale che si è messa in salita dopo la sconfitta interna di domenica. Si gioca nella tana della Cucina Lube Civitanova che dopo aver perso due scontri diretti nella stagione regolare, ha vinto il terzo, ben più importante. Così alla vigilia il centrale Fabio Ricci (nella foto): "In gara-uno abbiamo giocato per lunghi tratti male e contro un avversario del genere ovviamente la paghi. Ma ce lo siamo sempre detti in spogliatoio durante i play-off, ogni partita fa storia e sé ed è importante sgombrare la testa sia in caso di vittoria che in caso di sconfitta. La prima partita è archiviata, ripartiamo da zero e pensiamo al match di domani". Di certo contro i marchigiani la statistica non è favorevole, tre volte su quattro i cucinieri sono riusciti a conquistare il trofeo più importante quando hanno affrontato i block-devils. È successo nel 2014, alla prima finale bianconera che è stata ceduta in quattro partite. Si è ripetuto nel 2019 nella finale scudetto clamorosamente persa in gara-cinque quando gli umbri erano avanti due set a zero. Si è ripetuto nel 2021 con gli adriatici che si sono affermati in quattro partite. La formazione del tecnico Nikola Grbic, in caso di necessità, ha più opportunità di modificare il proprio assetto tecnico-tattico rispetto alla rivale. Perugia gioca la sua quarantatreesima partita stagionale, e la fatica comincia a farsi sentire, ma questo è il momento di stringere i denti. La formazione umbra sembra avere qualche problema dovuto ad affaticamento, ma anche i padroni di casa risentono di qualche alto e basso, visto che Diamantini e Kovar si alternano con Anzani e Yant. In casa perugina da valutare le condizioni del centrale argentino Solé che è l’unico in grado di poter contrastare sul piano fisico lo strapotere di Simon, limitando il cubano si creerebbero, con molta probabilità, i presupposti per un successo. Dopodiché sarà compito del regista Simone Giannelli capire in quale zona del campo poter spingere per imporre una superiorità che, tutto sommato, Perugia possiede.

Arbitri: Mauro Goitre (TO) ed Armando Simbari (BR).

Civitanova Marche: De Cecco – Zaytsev, Anzani – Simon, Yant – Santos de Souza, Balaso (L). Perugia: Giannelli - Rychlicki, Solé – Ricci, Leòn – Anderson, Colaci (L).

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?