Supportare le vittime di violenza e incoraggiarle a rompere il silenzio, fornendo strumenti concreti e indirizzi a cui rivolgersi per chiedere aiuto. Sono questo gli obiettivi delle iniziative messe in campo dall’ospedale tifernate per l’"H-Open Week", promosso da Fondazione Onda (Osservatorio nazionale sulla salute della donna e...

Supportare le vittime di violenza e incoraggiarle a rompere il silenzio, fornendo strumenti concreti e indirizzi a cui rivolgersi per chiedere aiuto. Sono questo gli obiettivi delle iniziative messe in campo dall’ospedale tifernate per l’"H-Open Week", promosso da Fondazione Onda (Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere) in occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, che si terrà dal 22 al 28 novembre. Martedì a partire dalle 9,30 si terrà una diretta Facebook, dal titolo "Comportamento da tenere in caso di sospetta violenza sessuale", dove verrà presentata la procedura interna del presidio Alto Tevere. Si parlerà anche del contesto sociale, del codice rosa e di esperienze sul campo. Giovedì, 25 novembre, alle 11,30, sotto il portico dell’ingresso A del nosocomio, è in programma una donazione del Cral dell’ospedale consistente in una panchina rossa simbolo della violenza contro le donne. Nella stessa mattina all’ingresso del reparto di senologia dell’ospedale tifernate sarà creata un’installazione composta da scarpette rosse. Infine domenica 28, dalle 9 alle 13, in piazza Matteotti, presso le Logge Bufalini, è in programma una "Giornata contro la violenza sulle donne". Sarà presente un banchetto presidiato dal personale del reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale tifernate e del Consultorio Alto Tevere in collaborazione con il personale del Pronto Soccorso di Città di Castello e con alcune associazioni di volontariato (I fiori di Lillà, Cav Medusa, Libera... Mente Donna di Città di Castello e Donne Insieme di Umbertide) dove saranno distribuiti volantini informativi e mascherine rosse.