Lucchese-Piacenza
Lucchese-Piacenza

Lucca, 18 aprile 2019 – Sconfitta immeritata della Lucchese nel penultimo match casalingo contro il Piacenza. I rossoneri scendono in campo con il fardello del ricorso respinto per la presentazione della fideiussione. Agli uomini di Favarin la notizia è arrivata nel tardo pomeriggio alla vigilia del penultimo match casalingo.

Al Porta Elisa si affrontano due formazioni con obbiettivi diversi. Da una parte i rossoneri che sono alla ricerca del successo per mantere il contatto con il Cuneo e giocarsi il tutto per tutto ai playout, dall’altra il Piacenza che cerca di rimanere nella scia della capolista Entella, in vista del recupero di martedì prossimo proprio contro i liguri. Partono megli gli ospiti che nei primi minuti ci provano con Ferrari e Terrani. I ragazzi di Langella prendono campo e si fanno vedere dalle parti di Fumagalli con Bortolussi e Bernardini.

Il match si gioca su buoni ritmi e spesso è anche dura visto che il Piacenza è una formazione ostica. Occasione importante al 25’ per la Lucchese, ma Bernardini da fuori area, non inquadra la porta per un soffio. Il Piacenza cerca di sorprendere la difesa rossonera diversi cross facile preda di Falcone. Bella occasione sul finire del primo tempo con Gabbia, che dopo serve Zanini, che in corsa dal dischetto calcia clamorosamente alto. Nella ripresa il Piacenza prova subito a sbloccare il match e ci prova con Ferrari, ma Gabbia lo anticipa per ben du volte.

La Lucchese non ci sta e al 12’ passa in vantaggio con Zanini, che con un bel destro rasoterra batte Fumagalli. Due minuti più tardi i padroni di casa hanno l’occasione per raddioppiare. Lombardo pennella una punizione per la testa di Gabbia, uno dei migliori in campo, che costringe l’estremo difensore emiliano a deviare il pallone sopra la traversa. Di nuovo in avanti gli uomini di Franzini, ma Ferrari in torzione gira la palla addosso a Falcone, che para senza problemi. La Lucchese si riversa comunque in avanti e ci prova fino alla fine, con Falcone che va persino a fare l’attaccante. Episodio dubbio al 48’ per un fallo di mano di Pergreffi, nonostante le insistenti proteste dei rossoneri, l’arbitro Vigli di Cosenza lascia correre.


Lucchese - Piacenza 1 - 2

LUCCHESE (3-5-2): Falcone; Gabbia, De Vito, Martinelli; Lombardo, Bernardini (42’ st Isufaj), Mauri, Zanini, Favale; Sorrentino (31’ st Di Nardo), Bortolussi. A disp. Aiolfi, Bacci, Santovito, Palmese, Strechie, Isola, Fazzi, De Feo, Muratore, Cipriani. All. Langella.

PIACENZA (3-5-2): Fumagalli; Della Latta, Bertoncini, Pergreffi; Corsinelli, Porcari (16’ st Sestu), Nicco, Corradi, Barlocco; Ferrari, Terrani (28’ st Corazza). A disp. Calore, Calzetta, Sylla, Cauz, Silva, Mulas, Bachini, Di Molfetta, Marotta, Perez. All. Franzini.

Arbitro: Vigile di Cosenza.

Marcatori: 12’ t Zanini. 31’ st Corradi, 46’ st Ferrari.

Note: angoli 8 a 4 per il piacenza. Ammoniti Corradi e Zanini. Recupero 1’ pt e 4’ st.