Alessandro Florenzi
Alessandro Florenzi

Firenze, 14 novembre 2019 - La certezza – anche se nel mercato le certezze alla fine regalano solo miraggi – è che Alessandro Florenzi sta lasciando la Roma. E questo potrebbe accadere già fra qualche settimana, ovvero non appena gli affari di gennaio si prenderanno la scena. Florenzi, classe 1991, è in ogni caso un giocatore che ha molto mercato. Su di lui ha fatto un sondaggio la Samp, così come l’Inter di Conte sembra pronta a farsi avanti in modo concreto, ma la realtà dei fatti dice che a muoversi nella direzione del difensore giallorosso, non appena le acque fra lui e la Roma si sono fatte agitate, è stata soprattutto la Fiorentina. Del resto Montella e Pradè conoscono molto bene Florenzi, come Florenzi sa bene quali ambizioni ha la nuova Fiorentina. Dunque, in termini da ’mese di gennaio’, l’operazione appare decisamente possibile.

I dettagli? Florenzi può lasciare la Roma in prestito fino a giugno o con la formula di un anno e mezzo (quindi giugno 2021), quando la Fiorentina potrebbe far valere un diritto di riscatto prefissato adesso. Riscatto comunque importante in chiave economica, visto che il mercato fa oscillare la valutazione del giocatore fra i 19 e i 25 milioni. La Fiorentina, insomma, c’è, come d’altra parte il club viola sta puntando con decisione nella direzione di un altro obiettivo: Verre del Verona, ma di proprietà della Sampdoria. La triangolazione con i due club è possibile e su Verre i viola vorrebbero agire in fretta, anche se il discorso, in caso di stop imposto a gennaio da una delle parti, potrà essere ripreso e molto probabilmente concretizzato la prossima estate. Verre andrebbe a infoltire il reparto di centrocampo, in attesa di verificare se esiste la concreta possibilità di aprire una trattativa con il Genk per il talento Berge.

Di sicuro i discorsi sul giocatore sono in piedi da tempo, ma la concorrenza in Italia e all’estero è importante. Berge piace al Napoli, se Ancelotti non sarà costretto a fare la valigia, e in ogni caso la valutazione del suo cartellino è già da top player: oltre 27 milioni. Insomma, la Fiorentina ci proverà (come del resto potrebbe essere con Tonali del Brescia), ma è evidente che una trattativa abbozzata per gennaio potrebbe rappresentare più un trampolino prezioso per la campagna acquisti della prossima estate che non una mossa da realizzare nell’immediato e quindi a gennaio.

Infine il discorso aperto con il Sassuolo per Scamacca, il giovane attaccante al momento in prestito all’Ascoli. I viola hanno parlato con gli emiliani e l’operazione, se non ci saranno complicazioni improvvise, è assolutamente in embrione. Il discorso potrebbe essere questo: la Fiorentina potrebbe prendere Scamacca a gennaio per lasciarlo comunque all’Ascoli e poi aggregarlo al gruppo viola la prossima estate. L’accordo è possibile su una base finanziaria che non supera i 3 milioni di euro e questo sembra essere sicuramente il profilo di un ottimo affare, visto che le qualità e quindi la rivalutazione di Scamacca appaiono scontate.