San Gimignano in festa. Il 31 i ‘ControCultura’

Nella notte più lunga dell’anno sul palco di piazza duomo salirà il famoso gruppo di ‘ragazzi e ragazze’.

San Gimignano in festa. Il 31 i ‘ControCultura’

San Gimignano si prepara ad accogliere il grande pubblico per la notte più lunga dell’anno.

Tradizione rispettata. Natale in famiglia con negozi e vetrine senza luce. E tutto pronto per il 31 dicembre. Saranno i giovani del gruppo di ‘ControCultura’ a risalire sul palco in piazza duomo per dirigere la notte di San Silvestro con il famoso gruppo ‘ragazzi e ragazze’ di cultura alla rovescia nel senso buono della parola, pronti ad aprile la scena guidati dal nuovo presidente Simone Davide e i suoi quaranta pionieri-e registi di ‘ControCultura’ in collaborazione con l’Amministrazione comunale. Il popolare gruppo che non hanno bisogno di tante presentazioni, dopo il successo, lo strapieno di settembre nella prima nazionale del festival del ‘Sangin’, a tutto ginepro, nel parco della Rocca. Da applausi. "Il nostro San Silvestro sotto le torri è senza dubbio un importante investimento sui giovani di casa nostra". Commenta soddisfatta l’assessora Daniela Morbis, con delega alle politiche giovanili. E ancora; "Per loro, ragazze e ragazzi il Capodanno è giocare in casa, aprire la serata nel cuore della città nel salotto buono, che ogni anno li vede protagonisti di una serata davvero unica". E domenica va in scena dalle 22,30 (ingresso libero) il ‘San Silvestro fra le torri’ con la musica della ‘Prognosi Riservata’ e gli affermati animatori DJ set con alla consolle Kiigho e Ghinoz, della Fruit Events, protagonisti ‘musicisti’ alla discoteca Ypsilon a Certaldo. Insomma c’è musica per tutti i gusti con lo spettacolo pirotecnico alla mezzanotte, le dieci torri colorate di luce e brindisi al nuovo 2024. Biglietto da visita firmato ControCultura "per condividere insieme, dicono, una serata all’insegna della musica nel primo evento 2024".

Romano Francardelli