Paddeu, Mula con il capitano della Torre Capelli
Paddeu, Mula con il capitano della Torre Capelli

Siena, 11 agosto 2019 –   Un’alba magica.  Che in un batter di ciglia racconta il Palio. I suoi protagonisti, i giovani che fanno tardi sui palchi  e  gli addetti ai lavori che osservano. Sui loro volti i segni delle notti troppo brevi, del sonno che già comincia  a mancare. Anche su quello dei fantini che chiedono a loro stessi il massimo.  Ciascuno con i suoi riti (chissà, forse anche scaramantici) da ripetere ogni volta. Tittia e la compagna in palco a vedere le batterie con il figlio Mattia. Accanto a Brio c’è il capitano del Bruco Simone Manganelli. Seduto al Casato - è da sempre questa la sua postazione per osservare i cavalli – Trecciolino con la nuova compagna e gli amici di sempre. 

I capitani? Alessandro Maggi della Chiocciola  cerca di scavalcare lo steccato con l’agilità di un ragazzino, Paolo Capelli della Torre viene colto dal nostro fotografo accanto ad Antonino Mula,  che lavora da Brio. In palco. Fotografie che ‘raccontano’. Come quella di Brigante che guarda con la moglie  le batterie regolamentate, davanti all’Entrone. E delle ragazze della Giraffa che si sono dipinte sulle guance dei baffi per rispondere simpaticamente a chi li accusa di essere quattro gatti... vittoriosi, però!  E ancora: la grinta di Scompiglio, unico big a montare all’alba. Le cadute da cavallo ed il pronti-via subito in piedi.

 Gingillo e la sua miss Francesca, Tempesta e Camilla senza pargoli al seguito. Il sindaco in versione casual con magliettina e zainetto. Tante foto di Paolo Lazzeroni, una sola anima. Quella del Palio.   

La.Valde.