Nuova ’cassa’ in attesa dell’Antitrust

Whirlpool, tutto rinviato a lunedì. Questo il messaggio del Coordinamento nazionale dei sindacati, a cui hanno partecipato Daniela Miniero (Fiom Cgil), Giuseppe Cesarano (Fim Cisl) e Massimo Martini (Uilm), incentrato sull’operazione di newco con i turchi di Arçelik. Lunedì è infatti prevista la pronuncia dell’Antitrust europeo, che potrebbe dare il via libera o bloccare l’arrivo di Arçelik. I timori riguardo al futuro ci sono, vista la richiesta di ulteriori approfondimenti sull’operazione arrivata dall’Antitrust del Regno Unito. "In ogni caso – è il coro unanime dei rappresentanti sindacali senesi – intendiamo sollecitare il ministro Urso ad aprire il prima possibile un tavolo, per ottenere garanzie in termini occupazionali e di mantenimento dei siti produttivi".

La Whirlpool di viale Toselli è quella "su cui la multinazionale ha investito meno – tuonano le organizzazioni sindacali – per questo lavoriamo per una mobilitazione generale". Non si escludono presìdi davanti alle Prefetture delle città dove sorgono i vari stabilimenti fino ad arrivare a Montecitorio. Intanto a Siena si preannuncia un nuovo ’pacchetto’ di giorni di cassa integrazione, che durerà l’ultima settimana del mese fino a inizio novembre.