MedioEtruria, Azione dice sì a Creti-Farneta

Giorgio Masina, segretario comunale di Azione, sostiene l'ipotesi di stazione dell'alta velocità a Creti-Farneta, superando le polemiche campaniliste. Si lavora perché la scelta venga fatta propria da Azione regionale e per il progetto di MedioEtruria che avvicinerebbe tutta la provincia a Roma.

MedioEtruria, Azione dice sì a  Creti-Farneta
MedioEtruria, Azione dice sì a Creti-Farneta

Prosegue il dibattito sull’ipotesi di stazione dell’alta velocità a Creti-Farneta. Dopo la mozione approvata trasversalmente nel consiglio comunale del capoluogo, ad appoggiare l’ipotesi è ora Giorgio Masina, segretario comunale di Azione. "Siamo favorevoli a questa proposta e per questo esprimiamo apprezzamento per l’operato del Comune di Siena – afferma Masina –. Se è stata indicata come migliore soluzione dal tavolo tecnico ministeriale, significa che ci sono validi motivi".

Per Masina vanno "superate le polemiche campaniliste. Se sono coinvolte tre province e due regioni, è ovvio che nessuna di queste ha da sola l’autonomia per rivendicare la realizzazione dell’opera nel proprio territorio. Per questa una soluzione centrale, raggiungibile in mezz’ora dai tre capoluoghi, è la più indicata". E la questione del collegamento via treno? Per Masina non si pone: "Basta vedere MedioPadana, che tutti raggiungono in auto. Con le nostre linee regionali, impensabile porre questa come priorità. Lavoreremo semmai perché la scelta di Creti-Farneta venga fatta propria da Azione regionale".

Da pochi giorni è entrato in servizio il treno Blues sulla linea Siena-Chiusi, che potrebbe in futuro prolugare la propria corsa fino a Roma. "Ma non credo che in questa fase – afferma Masina – si possa correre dietro alla suggestione di chi pensa di collegare Siena con Roma in due ore, ipotesi non realistica perché si scontra con i tempi della direttissima. Meglio concentrarsi sul grande progetto di MedioEtruria, quello sì che avvicinerebbe tutta la provincia a Roma".

O.P.