Una lezione in videoconferenza
Una lezione in videoconferenza
Al via il progetto ‘Gioia +’, con anziani che imparano ad utilizzare le tecnologie digitali per superare l’isolamento e ricreare una comunità solidale. Una manna dal cielo, soprattutto in tempo di Covid19. Capofila è l’Auser ‘Dirio Ciani’ di Colle di Val d’Elsa, ma il progetto è molto esteso. Per avere un’idea della...

Al via il progetto ‘Gioia +’, con anziani che imparano ad utilizzare le tecnologie digitali per superare l’isolamento e ricreare una comunità solidale. Una manna dal cielo, soprattutto in tempo di Covid19. Capofila è l’Auser ‘Dirio Ciani’ di Colle di Val d’Elsa, ma il progetto è molto esteso. Per avere un’idea della rete, basta pensare che ad oggi aderiscono ben 12 centri di aggregazione, 4 Rsa (3 in Valdelsa e 1 a Siena) per un totale di 2000 soci, 300 utenti di Rsa e 16 persone afferenti ai mini appartamenti. "Un progetto che abbiamo ideato e stiamo realizzando in tutta la provincia di Siena, grazie al sostegno della Fondazione Monte dei Paschi", dichiara Andrea Dilillo, direttore generale di un vero e proprio percorso condiviso partito lo scorso gennaio e portato avanti da un partenariato ricco e variegato. Oltre alla "Dirio Ciani", troviamo le cooperative Coop 21 e AranciaBlù, il Centro La Lunga Gioventù, le associazioni Motus e Straligut. Con l’aiuto di operatori appositamente formati, gli anziani potranno tornare a incontrarsi anche in tempo di distanziamento fisico in "stanze virtuali" animate da volontari ed esperti per sviluppare i propri interessi, idee e bisogni. Le persone si ritroveranno insieme in videoconferenza per leggere un libro, raccontare la propria giornata e, con la collaborazione di moderatori e facilitatori, si organizzeranno delle vere e proprie attività on line, come fare ginnastica, visite virtuali ai musei o laboratori artistici. Ogni gruppo avrà un tema specifico, frutto di un lavoro di raccolta delle esigenze e degli interessi degli anziani coinvolti.

Fabrizio Calabrese