Guardia di finanza
Guardia di finanza

Siena, 13 maggio 2019  Era completamente sconosciuta al fisco ma aveva un tenore di vita molto dispendioso: non si faceva mancare nulla tra massaggi, estetista, abiti di gran moda e profumi di lusso. Alla fine la bella vita da evasore totale di una regista cinquantenne è stata scoperta e sanzionata dalla Guardia di Finanza di Siena.

Secondo gli accertamenti delle Fiamme Gialle, la regista non aveva ottemperato ai previsti obblighi della dichiarazione dei redditi, benché da una semplice consultazione del suo curriculum vitae fossero emersi numerosi spettacoli teatrali ed opere cinematografiche a sua firma e regia. I finanzieri hanno riscontrato la documentazione contabile acquisita dai soggetti economici che hanno fruito delle prestazioni di servizi della regista con le risultanze degli accertamenti bancari sui conti della donna. I dati così desunti sono stati incrociati con quelli estrapolati dagli applicativi informatici in uso alla Guardia di Finanza, consentendo di rideterminare il reddito conseguito dalla professionista che è risultato ammontare ad oltre 80mila euro di ricavi non dichiarati, di cui 60mila euro in una sola annualità, nonchè un'iva dovuta pari a circa 30mila euro.

Ma ciò che ha destato maggiore stupore ai militari della Gdf sono state le tipologie di spese emerse dall'analisi dei conti correnti della regista: la maggior parte dei ricavi non dichiarati, infatti, veniva speso in massaggi, trucchi, profumi, abiti e presso estetiste e parrucchiere.