Andrea Frosini, sindaco di Monteriggioni
Andrea Frosini, sindaco di Monteriggioni

Monteriggioni (Siena), 19 febbraio 2021 - Con l'aumento dei casi positivi al Covid 19, il primo cittadino di Monteriggioni Andrea Frosini, insieme al direttore generale dell'Asl Toscana Sud Est, Antonio D'Urso, esortano la popolazione a rispettare tutte le regole essenziali per contenere il contagio. La necessità di rivolgersi ai cittadini giunge dopo che nella giornata di mercoledì 17 febbraio, sono stati rilevati 18 casi positivi

“Di questi - afferma il sindaco Andrea Frosini - 3 erano già sottoposti a misure di sorveglianza domiciliare e 15 sono riconducibili a un focolaio riscontrato all'interno di un'azienda. L'ASL Toscana Sud Est mi ha informato che le indagini di laboratorio effettuate fino a oggi non evidenziano la presenza di varianti al virus sul nostro territorio. Laddove la situazione dovesse mutare, sarà mia cura darne notizia”.

“L'andamento provinciale dei contagi - aggiunge Frosini - deve tuttavia far capire l'importanza di rispettare, tutti insieme, le regole essenziali per contenere il contagio ed evitare che questo aumenti. Come ricordiamo ogni giorno nel bollettino che pubblichiamo sui nostri canali ufficiali, è indispensabile mantenere le distanze di sicurezza interpersonale, utilizzare la mascherina e igienizzarsi le mani in ogni occasione, evitando qualsiasi forma di assembramento. In attesa che la campagna di vaccinazione organizzata dalla Regione Toscana possa dare i risultati sperati - conclude il primo cittadino - è fondamentale l'impegno e la responsabilità di ognuno di noi per limitare la diffusione del Covid-19 e rafforzare il contrasto al virus".

“L'andamento del contagio a Monteriggioni - dichiara Antonio D’Urso - è tenuto sotto stretta osservazione da parte dell’Asl Toscana Sud Est. Tutti gli interventi per l’individuazione dei casi positivi, il tracciamento dei contatti e il contenimento della diffusione del virus sono quotidianamente messi in campo. L’attività sanitaria si svolge in stretta sinergia con le istituzioni del territorio, ma è quanto mai necessaria la collaborazione della cittadinanza nel rispetto di quelle norme di igiene, distanziamento e protezione che conosciamo ormai bene. In parallelo con il procedere della campagna di vaccinazione, legata necessariamente ai ritmi di fornitura delle dosi, è indispensabile mantenere tutte le misure di sicurezza per arginare il diffondersi dell’epidemia”.

Ilaria Biancalani