Il ponte via Paradiso
Il ponte via Paradiso

Sarzana, 8 aprile 2021 - L’amministrazione comunale di Sarzana ha approvato il progetto definitivo relativo alla realizzazione della nuova rete viaria e infrastrutturale di via Paradiso che prevede la realizzazione della rotatoria tra via Paradiso e via Falcinello, del ponte ( nella fot o ) e della passerella sul torrente Calcandola. In ballo ci sono anche il ponte della Budella e la ricostruzione del ponte di Falcinello. Il ponte sul Calcandola è già finanziato per 2milioni e 750mila euro, di cui contributi regionali già assegnati di 2milioni e mezzo di euro e un cofinanziamento comunale di 250mila euro. La riqualificazione del ponte della Budella prevede invece un investimento di 190mila euro di cui 180mila da finanziamento regionale e 10mila euro di cofinanziamento comunale. La rotatoria di via Falcinello e via Paradiso ha già ricevuto un finanziamento di 410mila euro, 390mila da fondi regionali e 29mila comunali. Sono all’interno di un finanziamento complessivo da fondo strategico di 3milioni e 700mila euro che comprende anche la piscina di Santa Caterina. Il cronoprogramma dei lavori del ponte sul Calcandola prevede per l’estate la consegna della progettazione esecutiva , l’avvio della gara per l’affidamento entro fine 2021 e la conclusione dei lavori entro la fine del 2022. Prima sarà costruito il ponte sul Calcandola poi è prevista la realizzazione della passerella. La demolizione e ricostruzione del ponte di via Falcinello non avverrà contestualmente alla costruzione del nuovo ponte sul Calcandola. Intanto l’iter della pratica come afferma l’assessore Barbara Campi "prosegue, affrontando l’esame della commissione territorio, già convocata per venerdì’ prossimo , a cui seguirà il passaggio in consiglio comunale per l’adozione definitiva della variante, che renderà urbanisticamente compatibili i lavori" . Si tratta di interventi sollecitati da anni dalla popolazione residente nella zona che saranno realizzati per riallacciare il quartiere al centro e restituire a una viabilità da sempre soffocata da percorsi obbligati sensi unici e vicoli strettissimi dove muoversi in entrata ed in uscita. L’approvazione del progetto definitivo rappresenta, secondo quanto sostiene la giunta comunale, un’altra tappa in ordine di tempo del complesso percorso tecnico-amministrativo effettuato per il ripensamento complessivo infrastrutturale dell’intero quartiere di Bradia che ha visto la successiva previsione di affiancamento alla realizzazione del nuovo ponte anche quello di una passerella ciclopedonale. Un ripensamento infrastrutturale del quartiere di Bradia dell’amministrazione comunale che ha già compreso la riqualificazione del ponte della Budella ha programmato anche la demolizione e ricostruzione del ponte di via Falcinello, il cui progetto per la messa in sicurezza è fermo dal 2008, la giunta ha identificato e già ottenuto il finanziamento complessivo , da un diverso canale finanziario attraverso un bando statale del Mit, ministero delle infrastrutture e dei trasporti.
C.G.