Successo della Ferocia. Soldout anche a Roma per lo spettacolo “nato” agli Impavidi

La trasposizione teatrale del pluripremiato romanzo di Nicola Lagioia è frutto del lavoro degli Scarti che lo ha prodotto insieme a Elsinor, . Romaeuropa Festival, Lac, Teatri di Bari e Teatro nazionale di Genova. .

Successo della Ferocia. Soldout anche a Roma per lo spettacolo “nato” agli Impavidi

Un’immagine. di scena e il team Romaeuropa (foto di Francesco Capitani)

Lo spettacolo è nato all’interno del teatro degli Impavidi, a Sarzana, dove è stato presentato in anteprima nazionale con le due serate da tutto esaurito che hanno aperto la nuova stagione di prosa. Un successo atteso, giocando in casa, che ha adesso avuto una importante conferma: “La ferocia”, tratto dal romanzo di Nicola Lagioia, per la compagnia VicoQuartoMazzini, ha registrato il tutto esaurito anche al Teatro Vascello, nell’ambito del Romaeuropa, festival tra i prestigiosi d’Europa, dove ha debuttato martedì in prima nazionale, con repliche soldout fino a stasera. E adesso avrà inizio una lunga tournée che toccherà importanti città in Italia e all’estero, da Bari a Lugano, sull’onda anche dell’endorsement importante espresso dallo stesso Nicola Lagioia, autore del romanzo Premio Strega e Premio Mondello.

La rappresentazione è frutto del lavoro degli Scarti, centro di produzione teatrale d’innovazione con sede agli Impavidi, che lo ha prodotto insieme a Elsinor, Romaeuropa Festival, Lac – Lugano arte e cultura, Teatri di Bari e Teatro nazionale di Genova. E’ stato allestito e provato nelle ultime settimane proprio nel teatro sarzanese con una scenografia disegnata da Daniele Spanò e realizzata da Officina Scenotecnica GIi Scart. "Alle tre repliche romane hanno assistito molti volti noti – sottolinea la nota stampa con cui è stato sottolineato il successo dello spettacolo – incuriositi dalla trasposizione teatrale del best seller",

Si tratta di una grande soddisfazione per gli Scarti, evidenzia Andrea Cerri: "Essere produttori esecutivi di un lavoro che sta già riscontrando una grande attenzione a livello nazionale e non solo. Un orgoglio per noi aver investito in questo progetto e averlo provato e allestito nel Teatro degli Impavidi di Sarzana, coinvolgendo anche tecnici e alcuni attori spezzini (come Enrico Casale, Roberto Alinghieri, in scena e Jonathan Lazzini come assistente alla regia) credo sia un una bella soddisfazione per il nostro territorio". E aggiunge: "Ci dispiace per le moltissime richieste di persone che sono rimaste fuori dalle repliche romane sold out, ma le invitiamo alle prossime date in altre città, nella speranza che la prossima stagione lo spettacolo possa essere nuovamente proposto anche a Roma".

Soddisfazione condivisa dalla sindaca di Sarzana, Cristina Ponzanelli: "Cinque anni fa abbiamo cominciato un percorso che non si realizza oggi soltanto in un Teatro che è riferimento culturale del territorio, aperto oltre 100 giorni l’anno, ma vero e proprio produttore di cultura per il nostro paese. La Ferocia è una produzione di grande qualità e già storica non solo per gli Scarti, ma per Sarzana. Complimenti a chi ha creduto con noi in questo percorso che non è, certamente, concluso ma che già oggi riempie d’orgoglio Sarzana". Le fa eco l’assessore alla cultura, Giorgio Borrini: "La cultura è il modo migliore per raccontare una città e certamente lo è per Sarzana con il suo Teatro e, da oggi, con le sue produzioni. Grazie ad Andrea Cerri, agli Scarti e a tutti i lavoratori dello spettacolo che a Sarzana si sentono giustamente a casa".