Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
la Nazione logo
16 mag 2022

Francesco Nuti compie 67 anni. "Artista sincero e spregiudicato. Buon compleanno fratello"

Gli auguri di Giovanni Nuti al fratello: "Nel suo amore per la pittura c’è molto di lui"

16 mag 2022
giovanni nuti
Spettacoli
Francesco Nuti, nato a Prato il 17 maggio 1955, compie oggi 67 anni. In alto a destra il fratello Giovanni, di 3 anni più grande, medico, compositore e scrittore
Francesco Nuti
Francesco Nuti, nato a Prato il 17 maggio 1955, compie oggi 67 anni. In alto a destra il fratello Giovanni, di 3 anni più grande, medico, compositore e scrittore
Francesco Nuti

Prato, 17 maggio 2022 - Oggi Francesco Nuti compie 67 anni. Traguardo speciale per l’attore e registra pratese che per oltre dieci anni ha dominato il cinema italiano. Tra i suoi film più amati ’Caruso Pascoski di padre polacco’. Una delle pellicole di maggior successo nella carriera di Francesco Nuti arrivato nelle sale nel dicembre 1988 e l’indimenticabile ’Tutta colpa del paradiso’, una favola romantica che nel 1985 sbancò al botteghino. Fu il primo film scritto da Giovanni Veronesi che ha segnato tra i due l’inizio dell’intenso rapporto d’amicizia che dura tutt’ora. Sono tante le testimonianze di affetto di Prato a ’Cecco da Narnali’ anche dopo la sua uscita dalla scena pubblica. L’attore e regista è rimasto vittima di un incidente domestico nel 2006. Operato d’urgenza, Francesco Nuti è uscito dalla riabilitazione dopo molto tempo, costretto su una sedia a rotelle e muto dal giorno dell’incidente. Adesso si trova in una clinica di Roma: così ha deciso la figlia Ginevra che quando ha compiuto 18 anni ha scelto di diventare la sua tutrice. Un legame speciale quello tra lei e il papà: «Comunico con mio padre con gli occhi, tramite lo sguardo. Gli leggo i messaggi dei fan che mi arrivano tutti i giorni e lui è contento». Francesco ha sempre amato le arti figurative, in fondo il suo cinema è una forma di pittura; comunque ha preso in mano il pennello per la prima volta e in modo continuativo nel 1990, in Belgio, quando Isabella Ferrari gli regalò una scatola di acquerelli, pennelli e carta, per fargli passare il tempo in albergo, mentre lei girava il film Oostende. Era la prima volta, forse l’unica, che Nuti faceva ’la dama di compagnia’. Lui, abituato ad essere sempre al centro dell’attenzione, quella volta si dovette ’accontentare’ di una donna che amava e ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?