Un’arrampicata verso la bellezza. Sul campanile del Duomo di notte

Oggi dalle 21 alle 22 la salita sulla torre campanaria con la cooperativa Prato Cultura: prenotazione obbligatoria. E anche il Museo del Tessuto fa gli straordinari con la mostra: "Walter Albini, il talento, lo stilista".

Un’arrampicata verso la bellezza. Sul campanile del Duomo di notte

Un’arrampicata verso la bellezza. Sul campanile del Duomo di notte

L’ultimo giovedì sera di giugno fa rima con mostre, musei e tesori da vedere al calar del sole. Alzi la mano chi non è mai salito sul campanile del Duomo che promette uno scorcio mozzafiato da lassù: una buona occasione per ammirare questo panorama è offerta dalla cooperativa Prato Cultura, stasera dalle 21 alle 22. Armatevi però di scarpe comode per arrampicarsi in cima: con 127 scalini e un’altezza di 46 metri, la torre campanaria della cattedrale di Santo Stefano è l’edificio più alto del centro storico, dal quale si può avere una vista davvero suggestiva sulla città illuminata solo dalla luna e le stelle. Per partecipare alla visita guidata occorre pagare un biglietto d’ingresso di 15 euro con prenotazione obbligatoria scrivendo a [email protected] oppure telefonando direttamente al numero 340 5101749. Bellezze in notturna anche al Museo del Tessuto che, come tutti i giovedì di giugno e luglio, fa gli straordinari e apre le porte alla mostra "Walter Albini, il talento, lo stilista" (biglietto d’ingresso speciale a 6 euro), con un’apertura straordinaria dalle 21 alle 23.30.

Possibilità di partecipare a una visita guidata in programma alle 21.30 con prenotazione obbligatoria ai recapiti di Coopculture (0574 1837859; [email protected]) e un costo di aggiuntivo di 5 euro. E per chi volesse invece addentrarsi nella mostra con i propri bambini, il museo ha ideato un kit didattico per i più piccini, da richiedere gratuitamente in biglietteria. Un libretto illustrato in cui lo stilista Albini guiderà i piccoli visitatori tra le teche e le sale, alla scoperta della ‘moda pronta per tutti’ da lui ideata. Un bel modo per trascorrere le sere d’estate, all’insegna dell’arte e della cultura.