Torna la festa dell’Alpe che riunisce 4 proloco

A Cavarzano la camminata fino alla Croce, ammirando un panorama mozzafiato e poi la tradizionale messa.

Torna la festa dell’Alpe che riunisce 4 proloco

Torna la festa dell’Alpe che riunisce 4 proloco

Torna oggi la Festa alla Croce dell’Alpe, un evento che vede tutte le pro loco di Vernio riunite al crocevia che fa da spartiacque fra il bacino del Bisenzio (e quindi i corsi d’acqua che vanno verso il Tirreno) e quello del Setta (che si dirige invece verso il mar Adriatico), in un luogo bellissimo e suggestivo fra radure contornate da boschi e una vista spettacolare che si affaccia sulle vallate sottostanti.

La festa – che quest’anno coincide con la festa della Repubblica italiana – ha inizio alle 10 con la partenza dei camminatori dal parcheggio di Foraballaia, a Cavarzano, e arrivo all’Alpe intorno alle 11, dove sarà celebrata la tradizionale messa.

Alle 12.30 è previsto il pranzo, informale e a offerta libera, preparato dai volontari delle varie pro loco del territorio di Vernio, nell’alta Valbisenzio. E la manifestazione, iniziata appunto la mattina e si concluderà, dopo la messa e il pranzo, con un’esibizione di musica folk. Per ballare tutti insieme.

L’appuntamento, che ha il patrocinio del Comune di Vernio, è aperto a tutti ed è organizzato dalle pro loco di Cavarzano, Montepiano, Luciana e da quella della Pieve di Sant’Ippolito. Per la prenotazione (sia per il pranzo che per la camminata fino all’Alpe) c’è da rivolgersi direttamente ad una di queste associazioni (i contatti sui rispettivi canali social). Quella fino alla Croce dell’Alpe è una delle salite trekking più dure del territorio, che tra tornanti e castagneti ascende in modo inesorabile ai 1000 metri di altitudine e sul crinale riserva ai viandanti, una delle più belle strade bianche della zona, incastonata tra la Toscana e l’Emilia Romagna, nell’area protetta dell’alto Carigiola.

C.I.