Andamento dei contagi al rialzo anche nella provincia di Prato. Ieri i nuovi casi positivi al virus sono stati 15. Di questi 9 sono stati registrati a Prato, 5 a Montemurlo e uno a Vaiano. Come nel resto della regione (e anche della penisola), l’epidemia da Covid ha rirpeso a viaggiare e sebbene i numeri siano...

Andamento dei contagi al rialzo anche nella provincia di Prato. Ieri i nuovi casi positivi al virus sono stati 15. Di questi 9 sono stati registrati a Prato, 5 a Montemurlo e uno a Vaiano. Come nel resto della regione (e anche della penisola), l’epidemia da Covid ha rirpeso a viaggiare e sebbene i numeri siano modesti. Dunque l’invito è sempre il solito: mantenere alta la guardia con le precauzioni conosciute da tutti, anche se si è vaccinati. Mascherine protettive, distanziamento e igiene delle mani. Il totale dei contagi in provincia dallo scoppio della pandemia si assesta a quota 22.711, mentre i decessi sono fermi a 602. La tendenza al rialzo dei casi positivi è in linea con quanto succede nel resto della Toscana. Secondo il monitoraggio della fondazione Gimbe, nella settimana che va dal 7 al 13 luglio i nuovi casi Covid in Toscana sono aumentati del 42,7% rispetto a quella precedente (ieri erano 173 con un’età media di 34 anni e un solo decesso). Resta tuttavia ampiamente al di sotto della soglia di saturazione la percentuale di posti letto di terapia intensiva (3%) e ordinari (1%) occupati da pazienti positivi al coronavirus. Ieri sono cresciuti di poche unità i ricoveri al Santo Stefano: i in area medica Covid sono 4 i degenti presenti a fronte di 10 letti a disposizione, mentre sono 2 i pazienti in terapia intensiva (10 i posti disponibili). Infine al centro Covid Pegaso si registra un solo paziente a fronte di 10 posti. Negli ospedali toscani i ricoverati in area Covid risultano 77 (6 in più rispetto a mercoledì), di cui 15 in terapia intensiva.