Prato, 10 giugno 2018 - Un appartamento e alcuni macchinari tessili sequestrati. E' l'esito di un blitz della Polizia Municipale in un appartamento al piano terra di un piccolo edificio condominiale di Tavola dove veniva esercitata a nero un'attività di creazione di modelli di abbigliamento.

Dentro l'abitazione sono stati rinvenuti sette macchinari e due banchi da taglio oltre a moltissimi scampoli di tessuto e rotoli di carta per modelli. Due donne cinesi, insieme al marito di una di queste, gestivano in 60 metri quadrati scarsi un'attività di design e creazione di modelli di abbigliamento: dalla realizzazione del cartamodello alla cucitura dei campioni. Questa attività, esercitata in maniera assolutamente abusiva senza alcuna iscrizione alla Camera di Commercio e Partita Iva, dai documenti rinvenuti nel fabbricato risulta attiva almeno dal febbraio di quest'anno con una produzione giornaliera di centinaia di pezzi senza alcuna interruzione, domenica e festivi compresi.

L'attività era pubblicizzata con biglietti da visita riconducibili alle due donne. In origine l'abitazione era un monolocale con angolo cottura e servizio igienico mentre ora il piccolo alloggio è diviso in due locali stipati di attrezzature, macchinari e merci; in un angolo sono presenti un frigorifero pieno di cibo ed un tavolino multiuso: per consumare i pasti e per lavorare; il cucinino è stato spostato all'interno dell'antibagno e del w.c. perché l'area in origine adibita ad angolo cottura è occupata da un banco da lavoro. Non è presente mobilio tipico da abitazione se non un divano utilizzato come piano d'appoggio per le merci. Presenti anche molti stendini con capi appesi. Al termine dell'ispezione è scattato il sequestro di tutti i macchinari e anche dell'abitazione fino al ripristino delle corrette condizioni di uso.