Prato, due pomeriggi di riflessione e proposta sull’area del Fabbricone

Il 30 novembre saranno raccolte le proposte per la nuova grande area pubblica verde mentre il 7 dicembre l'attenzione sarà concentrata maggiormente sugli spazi per le attività teatrali

Il Fabbricone
Il Fabbricone

Prato, 24 novembre 2023 - I cittadini di Prato chiamati a esprimersi sulla riprogettazione dell'area del Fabbricone, in particolare quella che comprende gli edifici teatrali del Fabbricone e del Fabbrichino su via Targetti e che si estende tra il Lungo Bisenzio e piazza del Mercato Nuovo. Il Comune ha già deciso di ridisegnarla creando un percorso continuo dai teatri al centro di Prato attraverso aree verdi e aree pubbliche con un finanziamento a valere sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale 2021-2027 "Coesione Italia". 

Per ascoltare i bisogni e le aspettative di chi frequenta l’area perché ci vive, perché va a teatro o studia e lavora in zona, sono in corso le attività del progetto partecipativo “Fabbricone. Il teatro e la città” e nelle prossime settimane ci sarà l’ occasione di partecipare a due incontri di approfondimento e proposta che si svolgeranno negli spazi del teatro Magnolfi. A causa dei recenti eventi straordinari e purtroppo catastrofici verificatisi a Prato, sono state aggiornate alcune date rispetto al calendario iniziale.

Giovedì 30 Novembre il pomeriggio sarà dedicato dalle 16:30 ad un incontro di approfondimento con Elena Pirazzoli, PhD in Storia dell’arte all’Università di Bologna e ricercatrice presso l’Universität zu Köln esperta di cultura visuale, studi memoriali e public history, sul tema “Volontà degli uomini e lavoro del tempo. Come nasce un luogo di memoria per la comunità”; l’incontro sarà introdotto da Marco Brizzi. Dalle 18 alle 19:30 si svolgerà un vero e proprio laboratorio partecipativo: i partecipanti avranno a disposizione cartografie e informazioni per immaginare insieme gli spazi esterni e le nuove connessioni urbane tra Fabbricone, Mercato Nuovo e Centro di Prato. Giovedì 7 dicembre invece dalle 16:30 sarà possibile confrontarsi con Gianfranco Capitta, esperto di neoavanguardia teatrale e co-autore, insieme a Ronconi, del libro Teatro della conoscenza (Laterza, Roma-Bari 2012), e dalle 18 ci sarà spazio per un laboratorio partecipativo sul nuovo assetto degli spazi teatrali del Fabbricone e del Fabbrichino. Il seminario di chiusura e restituzione del percorso partecipativo è previsto per giovedì 11 gennaio, alle 17:30 al il Teatro Fabbricone. Si ricorda che è possibile compilare un questionario on line attraverso il quale si possono esprimere opinioni e indicazioni sul presente e sul futuro dell’area del Fabbricone. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito del progetto: https://partecipa.toscana.it/web/fabbriconeprato/home