Mobilieri, finale teso. Arrivano le scuse

L’attesa fiammata che il presidente dei Mobilieri Valerio Sisti aveva richiesto alla squadra dopo i tentativi abbozzati ma sfumati a Sangiovanni e a Poggibonsi ha avuto il suo responso sul campo neutro di Seravezza avversario il Real Forte Querceta. Prima vittoria quasi programmata come da manuale del calcio che ha visto i rossoblù, colpire al momento giusto, amministrare il vantaggio, contenendo l’avversario. I primi due aspetti della gara sono stati letali per l’avversario e il punteggio avrebbe potuto deflagrare se il mirino dei rossoblù fosse state solo più preciso. Comunque il Ponsacco ha alzato la contraerea con Nieri rapido nell’incocciare un ricamo volante di Innocenti, e Panattoni ha messo in carrozza i rossoblù realizzando il penalty segnando la terza rete consecutiva del campionato. La vittoria nitida dei Mobilieri ha avuto uno strascico polemico quando sui i titoli di coda c’è stata una mini rissa che ha coinvolto il preparatore del Ponsacco Granchi che avrebbe insultato Apolloni,che ha reagito. L’arbitro ha espulso entrambi. La società rossoblù col presidente Sisti ha fatto la sue scuse al presidente Lensi del Real, ed al giocatore Apolloni che hanno compreso. Lo stesso Granchi si è sentito con Apolloni che ha accolto il suo pentimento ridimensionato un diverbio certamente non edificante ma accaduto in un contesto elettrico di fine gara e preceduto da qualche testa a testa di fronte alla panchina del Ponsacco.

Luciano Lombardi