E’ nata anche la squadra E-Sports del Città di Pontedera. Mentre quella in carne e ossa si sta preparando per il derby con la Lucchese in programma sabato alle 17,30 al Mannucci, quella virtuale (quella cioè dei videogiochi, composta comunque da persone fisiche, i cosiddetti "gamer" con tanto di ruoli: portieri, difensori, centrocampisti e attaccanti) è sbarcata su Twich. La società granata collaborerà infatti con un gruppo di gamer, appunto, per disputare i tornei organizzati dalla Lega Pro e partecipare a tornei nazionali con i campionati Fvpa Italia e Vpl Italia con il nome di...

E’ nata anche la squadra E-Sports del Città di Pontedera. Mentre quella in carne e ossa si sta preparando per il derby con la Lucchese in programma sabato alle 17,30 al Mannucci, quella virtuale (quella cioè dei videogiochi, composta comunque da persone fisiche, i cosiddetti "gamer" con tanto di ruoli: portieri, difensori, centrocampisti e attaccanti) è sbarcata su Twich. La società granata collaborerà infatti con un gruppo di gamer, appunto, per disputare i tornei organizzati dalla Lega Pro e partecipare a tornei nazionali con i campionati Fvpa Italia e Vpl Italia con il nome di Pontedera E-Sports. Giova ricordare che gli E-Sports sono competizioni disputate online tramite i videogiochi, nel caso del Pontedera sul celebre gioco di calcio Fifa . Il prefisso "e" sta per "electronic" e sottolinea il carattere digitale di questo nuovo fenomeno. Gli E-Sports sono diventati un vero e proprio evento mondiale e coinvolgono videogiocatori professionisti, semiprofessionisti o amatoriali, che si affrontano come individui o come parte di una squadra. Per seguire le partite in diretta basterà seguire il canale Twich ufficiale del Pontedera E-Sports che si chiama: "PontederaCalcioeSports". A nome del gruppo dei gamer granata ha parlato Salvatore De Maria, il presidente del club virtuale: "Quando le console e i giochi hanno permesso nel 2012 di disputare questo tipo di competizioni, ho subito creato il mio club, e con il passare del tempo ci siamo allargati diventando sempre più professionali. Il mio sogno nel cassetto era poter collaborare con una società sportiva professionistica per disputare le competizioni con il loro nome e finalmente questa occasione si è presentata con il Pontedera".

"In tutto – prosegue De Maria - siamo un totale di 17 ragazzi provenienti da tutta Italia e giochiamo le partite 11 contro 11, ogni ragazzo del club ha un ruolo definito e ci sono i cambi, proprio come in una squadra reale. Quest’anno disputeremo il campionato Fvpa Italia di Serie A dopo che in quello scorso ci siamo classificati quarti nel torneo di Serie B, mentre nel campionato Vpl Italia disputeremo la Serie B dopo essere arrivati quarti in Serie C nella passata stagione". Questi invece i gamer: Ferdinando Coppola (portiere), Mattia Carlone, Samuele Ciappi, Tommaso Di Grazia, Vittorio Fisco, Christian Spagnuolo, Valentino Riziero (difensori), Emanuele Corcione, Sasi Gabsi, Antonio Nocerino, Marco Pisacani, Alessandro Rizzo (centrocampisti), Mattia De Maria, Salvatore De Maria, Giovanni Fisco, Ciro Spagnuolo (attaccante). Tornando alla squadra di Maraia, per il derby di dopodomani contro la Lucchese il tecnico confida sui recuperi del difensore Espeche, che si è operato ad uno zigomo, fratturato ad Imola, e che gli ha fatto saltare e sfide contro Entella e Gubbio, e dell’attaccante Magnaghi, uscito dolorante dalla trasferta di sabato in Umbria. In difesa non ci sarà ovviamente Matteucci, che dovrà scontare il turno di squalifica.

Stefano Lemmi