Una classe delle elementari (foto di repertorio)
Una classe delle elementari (foto di repertorio)

San Miniato (Pisa), 12 maggio 2019 -  All'inizio in Comune a San Miniato avevano pensato ad un atto vandalico. Inusuale, certo. Ma non impossibile. Tre mesi prima un flessibile sotto un lavandino si era rotto anche a Cigoli «bloccando» per giorni l’attività della scuola: la coincidenza, per modalità e danni, sembrava poter far ipotizzare una responsabilità di terzi. Invece l’idraulico, chiamato immediatamente giovedì pomeriggio, con la scuola elementare Leonardo da Vinci, completamente allagata, ha confermato che si è trattato, ancora una volta, di una rottura di routine. Di quelle che possono capitare. Solo che ora i bambini, dalla prima a alle quinta della primarie, finiranno l’anno scolastico alla scuola media, praticamente attigua a quella allagata. Si comincia da lunedì alle 7.50 (è raccomandata la massima puntualità, proprio per consentire un ingresso agevole). Per chi va a scuola con il pulmino l’orario resta invariato. Nell’atrio ci saranno persone della scuola e del comune ad accogliere i bambini e ad accompagnarli nell’atrio interno (quello dopo la porta a vetri) dove fanno il prescuola. E nella giornata di lunedì, Comune e dirigente scolastico, vedranno se questa può essere una soluzione fattibile così da poterla attuare fino alla fine dell’anno.

Infatti, secondo le prime stime, potrebbe volerci tutta l’estate per asciugare i solai che sono zuppi d’acqua, mentre il flessibile che si era rotto – ovviamente – è già stato sistemato. L’acqua che si è riversata sui pavimento di tutta la scuola, infatti, è stata moltissima, centinaia e centinaia di litri. Perché il tubo si è rotto all’ultimo piano ed a caduta è arrivata dappertutto. Inoltre è stato ipotizzato che la perdita sia iniziata la sera prima, quando la scuola era chiusa per proseguire per tutta la mattinata successiva, in quanto le classi si trovavano in gita a Vinci.

Una serie di coincidenze hanno quindi determinato il danno e la necessità di traslocare l’attività di didattica che difficilmente potrà tornare – ormai per poco più di tre settimane – nella scuola. Nel gennaio scorso il problema si era verificato, appunto, a Cigoli quando i bambini della materna non poterono rientrare a scuola dopo le vacanze di Natale. Anche in quel caso la colpa fu di un flessibile rotto che provocò un allagamento che dalla scuola elementare riuscì ad infiltrare il piano sottostante, quello della materna appunto. E anche in quel caso fu necessaria sia la sistemazione della rottura, e conseguente ci fu la necessità di attendere giorni di asciugatura per consentire agli studenti di fare regolarmente lezione.