Quotidiano Nazionale logo
15 mag 2022

Inchiesta fanghi e duelli politici "Piena fiducia nell’ex segretario"

Figura tra i 14 indagati dalla procura di Roma nell’ambito delle indagini sui rifiuti smaltiti senza trattamento. Parla Francesco Papiani a nome dell’unione comunale Dem: "Certi che Pasquinucci saprà chiarire tutto"

carlo baroni
Cronaca
Antonio Pasquinucci, presidente di EcoforService ed ex segretario del Partito Democratico
Antonio Pasquinucci, presidente di EcoforService ed ex segretario del Partito Democratico
Antonio Pasquinucci, presidente di EcoforService ed ex segretario del Partito Democratico

di Carlo Baroni

"Piena fiducia in Pasquinucci". Una posizione netta, quella del Pd di Pontedera, sull’indagine della procura di Roma e che vede, tra i 14 indagati, anche Antonio Pasquinucci, presidente di EcoforService ed ex segretario del partito. Un’indagine arrivata in Valdera quando gli inquirenti hanno messo sotto la lente la gestione del Depuratore Asi di Ceccano – integralmente a carico di A&A Srl – e il relativo smaltimento dei fanghi da questo prodotti. Fanghi che, secondo gli inquirenti, sarebbero stati conferiti in discarica – anche a Pontedera – senza essere stati sottoposti a trattamento. La corretta classificazione del rifiuto è il punto sul quale ruota tutta la vicenda e già al centro di duello, si apprende, tra procura e consulenti degli indagati a vario titolo.

Sui fatti, Francesco Paiani, segretario del Pd, rileva che c’è già stata una nota della società EcoforService, "che, a nostro parere, contribuisce a dettagliare il perimetro preciso dei fatti, sottolineando la propria estraneità all’impianto accusatorio".

"Il Pd, da sempre, ripone la massima fiducia nell’operato della magistratura – ricorda Papiani – : la responsabilità penale di ciascuno deve essere accertata nelle competenti sedi giudiziarie, e certo non nella pubblica discussione". Detto questo Il Pd esprime "la piena e totale fiducia sia nell’operato del presidente di Ecoforservice, Antonio Pasquinucci – aggiunge Papiani –. Alla sua persona si ribadisce un’incondizionata stima, certi che saprà chiarire i contorni della vicenda, nella quale peraltro risulta coinvolto “a titolo dovuto”, ossia in virtù del ruolo svolto all’interno di EcoforService". "Naturalmente, tutti ci rendiamo conto di come la materia ambientale sia un tema delicato, che impone sempre una profonda riflessione nelle scelte da operare ed un’esigenza di tutela maggiore – sottolinea il segretario Dem –. D’altronde, dispiace che, ancora una volta, alcune forze politiche non abbiano perso l’occasione per tentare allusioni o pretestuosi collegamenti, volti a mettere in cattiva luce il Pd o l’amministrazione comunale, tentando di equiparare miseramente queste vicende ad altre che hanno riguardato realtà del territorio pisano diverse dalla nostra. Invitiamo tutti al rispetto dell’operato della giustizia, evitando giudizi estemporanei e privi di qualsiasi fondamento, non solo politico, ma ancor più giuridico". Sull’inchiesta M5S, con il capogruppo Galletti ha presentato un’interrogazione in Regione.. Fratelli d’Italia Pontedera, invece, era intervenuta a caldo, invitando il sindaco Franconi a prendere la parola su un’altra inchiesta sui rifiuti che coinvolge il territorio, vista la presenza di Pasquinucci tra gli indagati. La parola l’ha presa il Pd.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?