Serie D. Una clamorosa separazione in casa Aglianese. Ufficiale la rescissione con il bomber Bocalon

La società dell'Aglianese ha rescisso il contratto con il centravanti Riccardo Bocalon, cambiando l'allenatore e la rosa. La squadra è stata rivoluzionata con l'arrivo di Grilli, Remedi, Silvestro, Della Pietra e Mascari. L'Aglianese si appresta a iniziare il girone di ritorno con una nuova formazione.

Una clamorosa separazione  in casa Aglianese. Ufficiale la rescissione con il bomber Bocalon
Una clamorosa separazione in casa Aglianese. Ufficiale la rescissione con il bomber Bocalon

Continua la rivoluzione sul mercato dell’Aglianese che, "dopo attenta riflessione", ha rescisso il contratto con il centravanti Riccardo Bocalon, il giocatore di maggior prestigio della rosa, il cui acquisto alla vigilia del campionato avrebbe dovuto portare il salto di qualità alla squadra. L’attaccante ex Mantova, con una carriera tra serie B e serie C e un curriculum da bomber, non ha prodotto in neroverde quella valanga di gol che la dirigenza si aspettava. Cinque reti in 15 presenze è il bilancio del girone di andata di Bocalon, che insieme a Gabbianelli costituiva una coppia d’attacco dalle tante promesse. I due giocatori hanno deluso e la squadra nel suo complesso ha avuto un rendimento inferiore alle aspettative della società che dopo aver atteso a lungo un aumento di rendimento alla fine ha deciso di cambiare tutto sul mercato. Insieme a Gabbianelli e Bocalon sono usciti Ranelli, D’Amico, Santarpia e Aiolfi.

La società neroverde aveva investito molto nel mercato estivo allestendo una squadra che sulla carta e nelle aspettative doveva lottare per il vertice. Invece le cose sono andate diversamente. Il club ha cambiato l’allenatore dopo la quarta giornata sostituendo Ivan Maraia con Francesco Baiano. Dopo il cambio in panchina il rendimento della squadra è migliorato. Baiano ha dato compattezza alla formazione neroverde contando su una difesa a tre formata da Viscomi, Pupeschi e Iacoponi, ma a centrocampo e in attacco le difficoltà sono restate soprattutto sul piano della costruzione e della concretizzazione. Bocalon ha messo in campo la sua esperienza e la sua abilità nelle spizzate aeree ma in area di rigore non si è fatto valere come l’Aglianese sperava. Probabilmente a Bocalon non si addiceva nemmeno il gioco verticalizzato e in velocità nelle ripartenze su cui conta Baiano.

Da qui la decisione della società di cambiare molto proprio a centrocampo e in attacco. Prima è tornato Grilli, poi è tornato anche Remedi, ora è arrivato anche Silvestro. Della precedente linea mediana è rimasto solo Marino oltre al capitano Perugi. In attacco l’Aglianese ha preso due giocatori: Vincenzo Della Pietra dalla Juve Stabia e Agostino Mascari dal Trapani, mentre ci sono difficoltà per l’ex arancione Samuele Diodato. Della Pietra e Mascari sono due prime punte, che possono giocare anche insieme. Starà a Baiano ora allestire la nuova linea d’attacco. Di sicuro l’Agianese che si appresta a iniziare il girone di ritorno è tutta un’altra squadra.

Giacomo Bini