Pistoiese poco concreta pure di mercoledì. Ai calci di rigore fa festa il Sansepolcro

Le seconde linee arancioni partono bene (gol di Salto), ma non chiudono la contesa. Nel finale i locali impattano e poi trionfano

Pistoiese poco concreta pure di mercoledì. Ai calci di rigore fa festa il Sansepolcro

Pistoiese poco concreta pure di mercoledì. Ai calci di rigore fa festa il Sansepolcro

SANSEPOLCRO

5

PISTOIESE

3

DCR (tempi regolamentari 1-1)

SANSEPOLCRO (4-3-1-2) Patata; G. Gorini, Borgo (28’ st Brizzi), Mariucci, De Siena; Locchi, A. Gorini, Pauselli (28’ st Piermarini); Mariotti (13’ st Pasquali); Essoussi, Buzzi (16’ st Civilleri). A disp: Guerri, Martinelli, D’Angelo, Yagubzade, Longo. All. Bricca.

PISTOIESE (4-3-3) Valentini; Goffredi, Salto, Chiesa, Silvestro (29’ st Marquez); Diodato, Lordkipanidze, Oubakent (38’ st Beconcini); Di Mino (17’ st Tanasa), Ferrandino (17’ st Nardella), Gallitelli (29’ st Chrysovergis). A disp: Ricco, Ennasry, Diallo, Piscitella. All. Consonni.

ARBITRO Ghinelli di Roma 2.

MARCATORI Salto al 10’ pt; Essoussi su rig. al 47’st. Sequenza rigori: Marquez ng, Essoussi g, Diodato g, Civilleri g, Tanasa ng, Piermarini g, Lordkipanidze g, Pasquali g.

La Pistoiese prosegue il proprio momento di appannamento e dice addio alla Coppa Italia, uscendo ai trentaduesimi di finale per mano del Sansepolcro che si impone ai calci di rigore dopo che la partita era terminata in parità (1-1, con pareggio dei locali in pieno recupero). E dire che la partita per la Pistoiese inizia nel migliore dei modi: al 10’ gli arancioni passano in vantaggio con Salto, bravo a sfruttare un torre di testa in area e scaricare il sinistro alle spalle di Patata. Un gol che dà fiducia alla Pistoiese che di fatto prende in mano la partita, ma che al tempo stesso non abbatte il Sansepolcro, che alza il baricentro alla ricerca del pareggio.

Gli arancioni tengono bene dietro non correndo nessun pericolo e provano a chiudere i conti cercando il secondo gol. L’occasione arriva nei minuti di recupero, quando Ferrandino parte da metà campo e si invola sulla destra e servendo poi Silvestro arrivato a rimorchio, che si ritrova a tu per tu con Patata. Ma il difensore arancione sciupa tutto calciando clamorosamente addosso al portiere. Si va negli spogliatoi con gli arancioni in vantaggio per 1-0.

La ripresa inizia nel segno dei padroni di casa, che si riversano in avanti alla ricerca del pareggio e le occasioni per gli uomini di Bricca non mancano, anche se la retroguardia orange regge. Nei minuti finali poi accade di tutto. La Pistoiese ha per ben due volte la possibilità di chiudere i conti: prima con Nardella che in contropiede si presenta davanti a Patata ma calcia malamente; poi con Diodato che parte tutto solo dalla tre quarti avversari con Marquez al suo fianco, ma l’attaccante arancione decide di mettersi in proprio calciando debolmente addosso al portiere. E così il Sansepolcro nell’ultima azione trova un calcio di rigore per un fallo di Salto su Pasquali, che Essoussi realizza pareggiando i conti. Si va ai calci di rigore. Per la Pistoiese due rigori segnati, Diodato e Lordkipanidze, due errori, Marquez (che prosegue nel momento-no) e Tanasa. Per il Sansepolcro quattro rigori e quattro realizzazioni con Essoussi, Civilleri, Piermarini e Pasquali. Arancioni eliminati, dunque.

Maurizio Innocenti