Alessio Bartolomei replica a chi chiede le sue dimissioni da assessore

A seguito della sua candidatura al consiglio regionale. "In Italia sono centinaia gli assessori e i sindaci che avrebbero dovuto dimettersi"

Alessio Bartolomei
Alessio Bartolomei

Pistoia, 1 settembre 2020 - "Lavorerò, come ho sempre fatto, per il nostro territorio, fiero di aver contribuito con le mie idee a rendere alla provincia di Pistoia un ruolo centrale nel dibattito politico in Regione Toscana". Così il candidato della Lega Alessio Bartolomei replica alle polemiche che in queste ore stanno affollando i social sull'opportunità della sua candidatura al consiglio regionale e in particolare risponde a membri del suo stesso partito che hanno chiesto le sue dimissioni da assessore comunale, a seguito della sua candidatura alle regionali nella lista della Lega.

"In Italia sono centinaia gli assessori, i sindaci e i consiglieri comunali in lista che avrebbero dovuto dimettersi dal proprio ruolo per correre alle elezioni regionali – afferma Bartolomei -, ma le dimissioni che vengono chieste a me non ci sono state. Siamo a disposizione del partito, e proprio per questo, ancora di più in questo momento di emergenza, l'impegno del nostro mandato, ci infonde una determinata grinta a proseguire per questa tortuosa strada. La Regione è una sfida da vincere per il territorio, affinché Pistoia ottenga quelle risorse economiche che negli anni passati gli sono state negate. Essere assessore del Comune capoluogo non può per me che essere un motivo in più per battermi affinché la nostra provincia torni ad essere attrattiva e competitiva a livello regionale".