Interi paesi sott’acqua. Una notte da incubo. Quarrata nel dramma. Tutte le zone critiche

Preoccupano le condizioni dei torrenti Stella, Bure e Fermulla. Esondazioni in più punti, auto trascinate via. Fuga verso i piani alti.

Interi paesi sott’acqua. Una notte da incubo. Quarrata nel dramma. Tutte le zone critiche
Interi paesi sott’acqua. Una notte da incubo. Quarrata nel dramma. Tutte le zone critiche

È soprattutto nella piana pistoiese che si registrano i danni peggiori, con la pioggia ha invaso le strade e gonfiato i torrenti. Grosse criticità per le condizioni dei torrenti Stella, Bure e Fermulla, che hanno superato il livello di guardia e hanno esondato in alcuni punti.

Strade allagate, sottopassi inagibili, cittadini barricati in casa, auto letteralmente spostate dalla forza dell’acqua. I sindaci dei comuni di Agliana, Montale, Quarrata e Serravalle Pistoiese hanno aperto i Centri operativi comunali per gestire le emergenze con la Protezione civile e firmato le ordinanze per la chiusura delle scuole per la giornata di oggi, oltre a fare appelli alla cittadinanza sulla massima prudenza: l’invito è ovviamente quello a non uscire di casa e a raggiungere i piani alti.

Molte le abitazioni già allagate ai piani bassi, in alcune zone manca la corrente elettrica. In più parti è saltato il segnale telefonico. Le situazioni peggiori sono a Casalguidi dove la Stella è uscita dagli argini, e a Quarrata città e nelle frazioni di Valenzatico, Olmi, Barba. Impressionante la situazione in via Corado da Montemagno, in particolare.

Traffico in tilt nel centro cittadino di Quarrata, dove anche la Fermulla ha tracimato, mentre l’acqua per le strade ha raggiunto i 50 centimetri. Stituazione drammatica nelle vie Campiglio alla Stella, Brana e Guado dei Sarti, Marco Polo. In via di Santa Lucia l’acqua è entrata all’interno della scuola elementare. Allerta massima anche a Santonuovo.

A Montale si sono allagate molte strade e si sono verificate diverse frane nella zona collinare. Alla Stazione è stato chiuso il sottopasso e si è allagata la zona tra via Garibaldi e via Pacinotti. Anche in via Alfieri 20 centimetri di acqua. Via Pacinotti, dal centro alla stazione, ridotta ad un torrente. Il sindaco ha deciso di chiudere le scuole e alle 21 di ieri sera ha rivolto un appello dal suo profilo facebook ai cittadini perché non usino le auto e utilizzino il meno possibile il cellulare per non intasare le linee. "E’ una situazione di massima criticità" ha detto il primo cittadino. E’ mancata la corrente in alcune zone del paese, in particolare a Tobbiana e sono molte le richieste di intervento ai vigili del fuoco e alla protezione civile. In via Montalese è franato un muro a secco. Rinviato il consiglio comunale straordinario sull’inceneritore.

Moltissime le richieste di aiuto in tutta la piana pistoiese, ore di terrore per tutti gli abitanti della zona. Solo nella giornata odierna sarà possibile effettuare una prima stima dei danni, che si annunciano ingenti. Ma intanto il primo auspicio è che il maltempo dia una tregua, altrimenti il quadro è destinato a peggiorare.

red.pt