Pistoia, 11 settembre 2018 - Il Comune ha notificato a don Massimo Biancalani un'ordinanza di cessazione dell'attività di accoglienza nei locali della parrocchia di Vicofaro. Il provvedimento nasce dai controlli effettuati, in diversi momenti, dalla questura, dai vigili urbani, dalla Asl e dai vigili del fuoco, controlli che hanno evidenziato, si legge, 'la non idoneità dei locali' per accogliere così tante persone. A Vicofaro, infatti, al momento sono ospitati decine di migranti (e qualche italiano) 'fuori progetto', ovvero usciti dai programmi ufficiali di accoglienza del governo. Il sacerdote ha tempo 60 giorni per opporsi al Tar e non ha escluso di far dormire qualcuno in chiesa. Intanto lui ed i volontari faranno un digiuno di protesta contro il provvedimento.