Nicholas Siega
Nicholas Siega

Pisa, 22 febbraio 2021 - Agente segreto 007 Nicholas Siega. Segni particolari: recupera palloni instancabile. Sabato, in occasione della sfida casalinga contro l’Empoli, lo sguardo di tutti era rivolto al gol di Samuele Birindelli, ma a lanciare il terzino con una scivolata d’antologia, recuperando un pallone perso era stato proprio lui, il James Bond nerazzurro. «Un giocatore lo vedi dal coraggio, dall’altruismo e dalla fantasia – cantava Francesco De Gregori, - Il ragazzo si farà, anche se ha le spalle strette, questo altr’anno giocherà con la maglia numero sette». Se c’è un giocatore che incarna lo spirito del lavoro sporco dietro le quinte, fatto di corsa, sudore, tatticismi, pressing asfissiante e una voglia di rendersi utile fuori dal comune è proprio il calciatore nerazzurro con la maglia numero 7. Tra pochi giorni compirà 30 anni, il 25 febbraio, ma Siega è il calciatore che più di tutti incarna il gioco di squadra voluto dal tecnico Luca D’Angelo. Quest’anno il rendimento del calciatore è stato sempre continuo e, anche se spesso non è stato schierato come titolare, di gare ne ha disputate ben 22, non giocando solo contro il Cosenza perché squalificato e con la Cremonese per scelta tecnica. Anche l’anno scorso, con Siega in uno stato di grazia in primavera, il Pisa face vedere le cose migliori, recuperando in classifica fino ad arrivare alle porte dei playoff. Lui, il pretoriano di D’Angelo, non si è mai montato la testa, risultando sempre concreto e affidabile in mezzo al campo. «Possiamo lottare con chiunque, ma non dobbiamo abbassare la guardia con nessuno», sono state le parole che Siega ha pronunciato nel post-gara, un mantra che spesso i giocatori si ripetono, specie in un momento come questo, con la squadra che ha ottenuto grandi risultati contro le big del campionato, ma con la voglia di non sottovalutare chi sta dietro in classifica, perché l’occasione di poter riagganciare il treno della lotta promozione è troppo ghiotta e il Pisa, come sempre, intende volare, ma tenendo ben saldi i piedi per terra. Tra i giocatori più interessanti del Cittadella, Siega fu acquistato dal Pisa all’inizio della scorsa stagione e in nerazzurro, in campionato, di gare ne ha già giocate 52, andando a segno una volta contro l’Ascoli, segnando una rete decisiva. Distintosi in quello che è stato l’ultimo ritiro di Storo, segnò una doppietta contro il Bari in amichevole, a pochi giorni di distanza dal suo arrivo in nerazzurro. Voglia, carattere e uno spiccato senso del sacrificio. Se il Pisa riuscirà a salire sul treno giusto, chiamato playoff, molto di questo tragitto passerà dai piedi del tuttocampista nerazzurro, capace di giocare in ogni ruolo, da ala a trequartista o come mezzala.

Michele Bufalino