Quotidiano Nazionale logo
8 mag 2022

L’importanza di esserci: è febbre da biglietti

L’esordio è fissato per il 17 maggio in trasferta ma i tifosi già fremono e la società vuol iniziare le prevendite da inizio settimana

Il conto alla rovescia per i playoff è già cominciato e la temperatura per la potenziale febbre dei biglietti sta già iniziando a salire. Il Pisa inizierà il proprio cammino partendo dalle semifinali e l’esordio negli spareggi per la Serie A è fissato in trasferta al 17 maggio, quando D’Angelo e compagni dovranno affrontare la vincente tra Ascoli e Benevento. La società nerazzurra però si sta già organizzando per poter vendere i biglietti della gara di ritorno, prevista all’Arena Garibaldi sabato 21 maggio alle ore 18. Il Pisa infatti, a prescindere dall’avversario affrontato, vorrebbe poter mettere già all’inizio-metà della prossima settimana in vendita i tagliandi, organizzandosi per tempo nonostante i 14 giorni di distanza dalla semifinale di ritorno. Di fronte ci sarebbe anche la prospettiva di avere più posti a disposizione per il pubblico, qualora la risposta del tifo fosse forte, tale da mandare in tilt i botteghini con migliaia di acquisti già dai primi due giorni della possibile prevendita. Il traino da parte del popolo nerazzurro permetterebbe quindi al Pisa di poter richiedere il tanto agognato aumento della capienza, fissato per il momento al massimo sui 9900 posti circa. Il Pisa ormai è un’habitué dei playoff, avendo partecipato molto spesso agli spareggi per il passaggio di categoria, tra Serie B e Serie C e la società è conscia di quanto sia prezioso l’apporto del pubblico che, tra coreografie spettacoli e tifo indiavolato, ha spesso contribuito ai grandi successi degli ultimi anni.

C’è un unico scoglio però da superare perché il piano organizzativo vada in porto. Le autorità, prefettura in testa infatti, visto che i nerazzurri avrebbero la possibilità di affrontare l’Ascoli, potrebbero valutare potenzialmente la sfida come a rischio, dato che le tifoserie delle due squadre in passato sono venute a contatto, di conseguenza il piano previsto dal Pisa potrebbe slittare con rischio di un vero e proprio assalto ai biglietti che metterebbe in difficoltà tanto i tifosi, quanto la società nerazzurra. Da quanto emerge il Gos potrebbe decidere il da farsi all’inizio della prossima settimana. Nel frattempo la società di via Cesare Battisti sta predisponendo anche le varie agevolazioni per i tifosi, per metterli nelle migliori condizioni possibili, come dodicesimo uomo in campo. I prezzi dei biglietti dovrebbero rimanere bloccati a quelli del campionato e dovrebbero essere accettate tra le prelazioni non solo i biglietti di Pisa-Cosenza, ma anche i voucher per le maglie e gli abbonamenti della stagione 201920 che sono serviti per tutto il campionato a prenotare i propri posti, allargando a più persone possibile la possibilità di usufruire della prelazione per gli eventi più importanti della stagione. A differenza dei playoff di Serie C, in cui a decidere molte cose era direttamente la Lega e gli introiti erano ripartiti equamente tra le società, qui ad organizzare tutto sono le società che ospitano sui propri campi le varie gare a decidere come muoversi.

Michele Bufalino

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?