Ericsson, ancora pressing sull'azienda per scongiurare i trasferimenti

Incontro con la Regione. Appello ai vertici perchè verifichi tutte le possibilità, tra le quali anche quelle offerte dallo Smart working

La protesta Ericsson
La protesta Ericsson

Pisa, 22 dicembre 2016 - Si è svolto oggi in teleconferenza un incontro fra Regione Toscana, Comune di Pisa rappresentato dal Sindaco Marco Filippeschi e dall'Assessore Beppe Forte, organizzazioni sindacali per fare il punto sulla vertenza dello stabilimento Ericsson di Pisa, dopo che vertici della multinazionale hanno comunicato la decisione di voler dare attuazione al trasferimento a Genova 26 lavoratori.

Il consigliere per il lavoro Gianfranco Simoncini ha ricordato il pressing della Regione nei confronti dell'azienda per evitare lo spostamento che, sembrava potesse raggiungere risultati positivi. Una disponibilità che però non si è concretizzata. Ad oggi, dunque, l'azienda ribadisce di dover andare avanti nella decisione presa e l'impossibilità di mantenere i lavoratori su Pisa.

Di fronte a questa scelta, il consigliere Simoncini ha spiegato che la Regione si attiverà per mettere in atto verifiche sui finanziamenti regionali assegnati a Ericsson.

La Regione ha preso quindi l'impegno a proseguire le azioni per evitare i trasferimenti e lancia congiuntamente al Comune di Pisa un appello all'azienda perchè verifichi tutte le possibilità, anche offerte dallo Smart working , per consentire ai lavoratori di continuare, almeno in parte, l'attività restando su Pisa attraverso il telelavoro.