Selvaggia Lucarelli a Canapisa (foto Valtriani)
Selvaggia Lucarelli a Canapisa (foto Valtriani)

Pisa, 18 maggio 2019 - Due piazze blindate e contrapposte a Pisa per l'avvio di Canapisa, la manifestazione antiproibizionista per la liberalizzazione delle droghe leggere che oggi si tiene per il diciannovesimo anno in citta', fra le polemiche e un imponente servizio di ordine pubblico messo in moto dalla questura di Pisa e dalla polizia municipale.

Circa duecento i poliziotti schierati a presidio della piazza della Stazione, dove sono radunati gli antiproibizionisti, circa 800 secondo la questura, e intorno a piazza Vittorio Emanuele, distante dalla stazione duecento metri, dove si tiene il presidio anti-Canapisa voluto dal sindaco leghista, Michele Conti, a cui sono presenti, fra gli altri, Antonio Tajani, presidente del Parlamento Europeo, i deputati Edoardo Ziello (Lega) e Stefano Mugnai (Forza Italia) e circa duecento persone.

Nella piazza del NoCanapisa presente anche l'associazione Il ponte di San Patrignano che ha manifestato "contrarieta' alla liberalizzazione delle Gioie". Al fianco degli antiproibizionisti è invece arrivata Selvaggia Lucarelli, protagonista di diversi botta e risposta sui social con l'onorevole della Lega, Edoardo Ziello.

Oggi a Pisa erano attesi, come ogni anno, quasi cinquemila pro-cannabis, ma il maltempo e la riduzione del tradizionale corteo per le vie della citta' a semplice presidio fisso nella piazza della Stazione potrebbe avere scoraggiato l'elevata affluenza. Una "riduzione" decisa tre giorni fa dal questore Paolo Rossi dopo le pressioni della Lega e del sindaco Conti, in prima linea in un sit-in organizzato due settimane fa sotto la prefettura, e un lungo braccio di ferro con i promotori di Canapisa.

Contro l'evento anti-pro era intervenuto anche il Ministro dell'Interno Matteo Salvini, ma il diritto a manifestare sancito dalla Costituzione non poteva essere negato nonostante il corposo dossier di reati ed eccessi registrati durante Canapisa negli ultimi diciotto anni consegnato da Conti al Comitato per l'ordine pubblico e la sicurezza.