Gema in casa con Cassino. La Fabo va a Sant’Antimo

Turno infrasettimanale di fuoco ad appena 72 ore dalla stracittadina termale. Trasferta abbordabile per la capolista. Al PalaTerme arriva una squadra in forma.

Gema in casa con Cassino. La Fabo va a Sant’Antimo
Gema in casa con Cassino. La Fabo va a Sant’Antimo

Il derby dei record, anche in termini di spettatori, di domenica scorsa appartiene già al passato: per le due franchigie montecatinesi è tempo di voltare pagina e pensare al terzo e ultimo turno infrasettimanale del girone d’andata di Serie B Nazionale. La tredicesima giornata vede Gema Pallacanestro Montecatini e Fabo Herons Montecatini impegnate contro due formazioni che stanno attraversando momenti diametralmente opposti. Da una parte la Virtus Cassino, ospite dei "leoni" termali questa sera alle 20:45 al PalaTerme, che dopo un avvio complicato di stagione nell’ultimo mese ha decisamente cambiato marcia, inanellando tre vittorie consecutive che diventano quattro se si considerano le ultime cinque partite: "Sarà un match molto importante innanzitutto per ritrovare i nostri tifosi dopo il grande sostegno avuto nel derby in cui siamo usciti sconfitti sì ma a testa altissima – commenta coach Del Re –. Il nostro obiettivo dev’essere azzerare e rimetterci subito in moto, esattamente come abbiamo fatto sempre anche dopo ogni vittoria. Il fatto di tornare subito in campo rappresenta un’ottima possibilità anche per tornare a muovere la classifica prima della prossima trasferta a Rieti". Un’avversaria pericolosa sia sul perimetro che in area: "Affronteremo una squadra in salute – analizza il tecnico della Gema - Cassino ha in Gay il proprio miglior realizzatore e tiratore, con 18 punti a partita, ma poi c’è lo straniero Moreaux, un’ala grande che viaggia a 16 punti di media con grandi mezzi atletici, oltre agli esterni Milosevic e Dincic, che ha avuto esperienze anche in A2".

Discorso diverso per l’avversaria di giornata della capolista Fabo, la quale dovrà sfruttare l’onda lunga della stracittadina per compiere un’impresa che dall’inizio della stagione alla banda Barsotti non è mai riuscita, ossia vincere un match infrasettimanale di campionato: a giudicare infatti dalle difficoltà che sta attraversando la Geko PSA Sant’Antimo, reduce da un pesantissimo k.o. sul parquet di Fiorenzuola che ha rischiato di aprire una vera e propria crisi societaria, quella di stasera alle 20:30 potrebbe essere la volta buona. Il grande ex Giorgio Sgobba, però, invita a non fidarsi dei partenopei: "Non mi aspettavo una Geko così in affanno – ammette il numero 33 –. Mi dispiace sinceramente per i miei vecchi compagni e per la società, ma mi dispiace anche per noi perché troveremo un ambiente caldissimo, in più davanti a noi ci sarà una squadra affamata di punti". Una squadra che ha comunque qualità importanti, soprattutto nel reparto lunghi dove il pivot Quarisa risulta essere uno dei rimbalzisti più efficaci del Girone A e il greco Kamperidis si sta dimostrando uno degli acquisti più azzeccati della categoria sul mercato dei comunitari: "Quando però la palla scotta è Carlo Cantone il pericolo numero uno – rivela Sgobba –. E’ un giocatore dall’esperienza e dalla classe sconfinata, un professore del parquet fondamentale per il loro gioco".

Filippo Palazzoni

Continua a leggere tutte le notizie di sport su