La Gema sbanca Cassino e blinda i playoff

La Gema Montecatini ribalta il punteggio a Cassino e vince, avvicinandosi al quarto posto. Una rimonta epica che premia la determinazione della squadra.

La Gema sbanca Cassino e blinda i playoff

Lorenzo Passoni (Goiorani)

BPC Cassino

71

Gema Montecatini

76

BPC CASSINO: Gay 8, Teghini, Milosevic 5, Moreaux 30, Ly-lee 10, Del Testa 12, Dincic 6, Truglio, Candotto, Macera ne, Mastrocicco ne. All. Auletta.

GEMA MONTECATINI: Savoldelli 9, Mastrangelo 16, Passoni 17, Korsunov 2, Di Pizzo 5, Mazzantini 7, Pirani 10, Corgnati 5, Angelucci 5, Dell’Anna, Benedetti ne, Soare ne. All. Del Re.

Arbitri: Schena e Iaia.

Parziali: 17-16, 42-31, 56-52.

In poco meno di un’ora si ribalta il mondo per la Gema Montecatini, che sotto di 16 punti ad inizio terzo quarto a Cassino trova la forza di rimontare e vincere. La squadra di Del Re si vede premiata anche dai risultati sugli altri campi: vanno infatti ko Avellino, Legnano e Piombino, così ora il quarto posto è veramente vicino.

La cronaca. Sprinta sul 9-3 Cassino, con l’accoppiata Moreaux-Lylee che sotto le plance detta legge. Gema per tre minuti segna solo da dietro l’arco, attaccando bene la zona cassinate: Passoni connette addirittura il gioco da quattro e permette ai suoi di mettere la freccia (9-10). Qualche tiro forzato (e sbagliato) di troppo fa perdere ritmo in attacco agli ospiti, che rimangono a secco per oltre sei minuti e vanno sotto sul 9-0 BPC. Pirani prova a metterci una pezza, ma Cassino dimostra di averne di più, toccando anche il +13 al tramonto della prima metà di gara.

La tripla del 47-31 di Milosevic rischia di chiudere anzitempo i giochi, ma sull’orlo del baratro Gema ha un sussulto d’orgoglio e grazie ad alcune buone difese riesce a timbrare un parziale di 10-0 con cui si rimette in carreggiata. Gay gela i Del Re boys con un’altra bomba, Gema però chiude in crescendo il terzo periodo e in apertura di ultimo quarto impatta (60-60 con Mastrangelo. Ora Montecatini fiuta l’odore del sangue, il sorpasso è nell’aria e arriva con un altro canestro del numero 11. Da qui in poi Gema non si volta più indietro, conquistando un successo di platino.

F.Pal.