Restaurazione della Fontana con la Palla di Piazza Gramsci

L'amministrazione comunale di Carrara ha deciso di restaurare la fontana con la palla galleggiante di piazza Gramsci, opera unica di ingegneria idraulica. Sono stati incaricati una società e un architetto per un totale di 7mila euro.

È partito l’iter per restaurare la fontana con la palla che galleggia di piazza Gramsci. Dopo che questo simbolo della città ormai era ridotto a uno stagno con i marmi anneriti, l’amministrazione comunale ha deciso di mettere mano su questo importante monumento, opera unica di ingegneria idraulica. E così in questi giorni da palazzo civico hanno incaricato la società ‘Atelier p95’ di realizzare una scheda di restauro per un totale di 2mila e 200 euro. Mentre per quanto riguarda la direzione dei lavori è stata scelta come super visore l’architetto Valentina Musetti per altri 4mila e 900 euro. "Si rende necessario realizzare un intervento di restauro della fontana di piazza Gramsci denominata ‘palla galleggiante’ – si legge nella determina del 6 ottobre scorso –, opera di Kenneth Davis, enorme palla di marmo che compie un moto rotatorio sotto la spinta dell’acqua della fontana". Fontana il cui stato di degrado ha animato numerose proteste social mosse da cittadini indignati, ma anche feroci attacchi politici da parte dell’opposizione, per le condizioni in cui era stata abbandonata in particolare in estate, con i turisti e il festival Con-vivere, che come sempre ha portato in città numerose presenze. La fontana con la palla ha una sfera di diametro di 108 (oggi sceso a 106) centimetri pesa una tonnellata e 800 chilogrammi, e ruota su un velo d’acqua alla pressione di 5 atmosfere.