Polizia
Polizia

Carrara, 10 dicembre 2019 - E’ entrato all’alba in una tabaccheria con un martello. Ha picchiato e colpito il titolare più volte, ha preso dalla cassa poche centinaia di euro e ha perso nella fuga la maggior parte delle banconote. Un disastro stamani alle 6,30, poco dopo che il titolare del bar tabaccheria Nonno Beppe, in via Massa Avenza aveva alzato la saracinesca. Un uomo vestito di scuro, armato di un martello e con il volto coperto da un passamontagna è entrato come una furia nel locale e ha colpito brutalmente con l’arnese il titolare, Marino Bruno Buratti, 72 anni.  L’uomo alla vista del rapinatore che entrava nella tabaccheria ha opposto resistenza, ma nel corso della colluttazione è stato duramente colpito da violente martellate.

Una lotta impari che ha trasformato la tabaccheria in una sorta di macello con sangue dappertutto. Messo fuori gioco il proprietario della tabaccheria, che sfinito si è accasciato al suolo, il malvivente si è diretto alla cassa e ha portato via l’intero contenuto: non l’incasso, che a quell’ora sarebbe stato misero, ma le banconote per il resto e il cambio di cui la tabaccheria si era dotata per poter far fronte alle vendite. 

Tuttavia nella folle fuga il maldestro rapinatore ha perso parte dei contanti che sono volati ovunque e rimasti seminati lungo la strada sporchi e intrisi di sangue. Un quarto d’ora di ordinaria follia quello che si è consumato alle prime luci dell’alba in via Massa Avenza: nessun testimone, strada deserta e tanta paura. Sul posto è arrivata l’ambulanza del 118 che ha portato Buratti all’ospedale delle Apuane dove gli sono state riscontrate brutte ferite da percossa, traumi al cranio e all’addome per i quali è stato tenuto in osservazione per l’intera giornata. In serata è stato dimesso con una prognosi di un mese.